Zika, gli scienziati: “Rinviare le Olimpiadi di Rio” ma l’Oms: “Non ci sono motivi”

Più di un centinaio fra scienziati e medici di tutto il mondo hanno chiesto che i Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016 siano rinviati o spostati altrove, a seguito dello scoppio del virus Zika. Con una lettera aperta, il gruppo ha espresso la propria preoccupazione dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato il virus una “emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale”. Ma l’Oms ritiene che non siano “i motivi” per rimandare. Poco più di un mese fa è stato dimostrato il legame tra l’infezione e la microcefalia infantile.

L’appello degli scienziati: “In passato Giochi anche cancellati”
“Facciamo questo appello, nonostante la diffusa convinzione che i giochi siano inevitabili, perché troppo grandi per fallire“, dicono professori, scienziati e medici, nella lettera. “La storia insegna che non è così. Nel 1916, nel 1940 e nel 1944 le Olimpiadi non solo furono spostate ma posticipate fino ad essere cancellate”, hanno ricordato. Gli scienziati dicono che attualmente “molti atleti, delegazioni e giornalisti, sono combattuti tra il decidere se partecipare alla manifestazione sportiva che si terrà tra il 5 e il 21 agosto, o rinunciare. Inoltre si dicono d’accordo con le organizzazioni legate al controllo delle malattie che hanno raccomandato di “riconsiderare o rimandare viaggi in aree in cui la trasmissione del virus Zika è attiva”. “Se il consiglio fosse seguito da tutti, nessun atleta sarebbe obbligato a scegliere tra correre il rischio di contrarre la malattia o partecipare ad una competizione”, scrivono i firmatari che vogliono mettere in chiaro come la loro più grande preoccupazione è la possibilità di mettere a repentaglio la salute globale, dal momento che il ceppo del virus Zika circolante in Brasile “danneggia la salute in un modo che non è mai stato visto prima dalla scienza”.

Il paese sudamericano ha subito una epidemia senza precedenti di microcefalia nei neonati di madri che hanno contratto Zika durante la gravidanza, e sono stati anche segnalati casi di adulti che hanno sofferto di sindrome di Guillain-Barre a causa del virus, che si diffonde attraverso zanzare Aedes Aegypti. Per questo motivo, viene considerato “un rischio inutile” che “500.000 turisti stranieri, provenienti da tutti i paesi, parteciperanno ai Giochi, a rischio di essere infettati dal ceppo e di fare poi ritorno nei propri paesi e causare una epidemia. Non è etico correre questo rischio solo per fare dei Giochi che si potrebbero fare in ogni caso, se rinviati o cambiando luogo”, concludono i firmatari, molti dei quali sono rinomati professori di etica medica.

L’Oms: “Cancellare i Giochi non avrà effetti significativi sulla diffusione”
Per l’Oms invece cancellare le Olimpiadi di Rio o cambiare la location “non avrà effetti significativi sulla diffusione internazionale del virus Zika. Non c’è alcun motivo di salute pubblica per una tale decisione”. Il Brasile è “uno dei circa 60 Paesi che continuano a riportare casi di Zika. Le persone continuano a viaggiare da e verso questi territori, per una varietà di ragioni”, al di la dei giochi olimpici. Dunque, “il modo migliore per ridurre il rischio di trasmissione rimane seguire le raccomandazioni di salute pubblica durante i viaggi“.

E le raccomandazioni al momento diffuse dall’Oms riguardano le donne incinte, che non devono partire per le aree colpite da Zika, incluso ovviamente Rio de Janeiro, e i loro partner di ritorno da questi Paesi devono considerare di praticare sesso sicuro o astenersi fino al termine della gravidanza. Per gli altri si consiglia di consultare un medico prima di partire, proteggersi dalle zanzare, praticare sesso sicuro o evitare rapporti, scegliere alloggi con aria condizionata e cercare di non visitare zone in precarie condizioni igieniche.

The post Zika, gli scienziati: “Rinviare le Olimpiadi di Rio” ma l’Oms: “Non ci sono motivi” appeared first on Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

Coronavirus, come si può curare oggi l’infezione? Ecco le opzioni efficaci

Commenti disabilitati su Coronavirus, come si può curare oggi l’infezione? Ecco le opzioni efficaci

Metto a posto me stesso, non voi

Commenti disabilitati su Metto a posto me stesso, non voi

Vaccini, il medico radiato Roberto Gava: “Non li rifiuto, ma sono perplesso dalla vaccinazione indiscriminata di massa”

Commenti disabilitati su Vaccini, il medico radiato Roberto Gava: “Non li rifiuto, ma sono perplesso dalla vaccinazione indiscriminata di massa”

Bambini allontanati dalle famiglie: la nostra risposta a Presadiretta

Commenti disabilitati su Bambini allontanati dalle famiglie: la nostra risposta a Presadiretta

Raggi cosmici che colpiscono la Terra arrivano da galassie oltre la Via Lattea

Commenti disabilitati su Raggi cosmici che colpiscono la Terra arrivano da galassie oltre la Via Lattea

Due o tre cose che ho imparato sui mercati finanziari (e su come guadagnarci)

Commenti disabilitati su Due o tre cose che ho imparato sui mercati finanziari (e su come guadagnarci)

Il dono del sentirsi uniti

Commenti disabilitati su Il dono del sentirsi uniti

Psiche – Cosa significa sognare un cancello che si apre o si chiude (marni)

Commenti disabilitati su Psiche – Cosa significa sognare un cancello che si apre o si chiude (marni)

Autismo: all’origine c’è forse un problema di connessioni neurali in eccesso

Commenti disabilitati su Autismo: all’origine c’è forse un problema di connessioni neurali in eccesso

Donne con la pancia sempre gonfia A dieta e niente medico, ma potrebbe essere un tumore all’ovaio

Commenti disabilitati su Donne con la pancia sempre gonfia A dieta e niente medico, ma potrebbe essere un tumore all’ovaio

Africa, 52 milioni di persone rischiano di morire di fame a causa dei cambiamenti climatici

Commenti disabilitati su Africa, 52 milioni di persone rischiano di morire di fame a causa dei cambiamenti climatici

Cancro, “terapie personalizzate per la lotta contro i tumori”

Commenti disabilitati su Cancro, “terapie personalizzate per la lotta contro i tumori”

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti