XI Giornata Braille: chi era Braille, come nasce il metodo? Intervista esclusiva a Gianluca Rapisarda

Chi era Louis Braille?

“Louis Braille nacque a Coupvray, un villaggio non lontano da Parigi, il 4 gennaio 1809. A tre anni, giocando nel laboratorio paterno, il bambino si ferì gravemente ad un occhio con una lesina che gli procurò un’infezione che, propagandosi rapidamente anche nell’altro occhio, lo portò alla cecità assoluta.

A dieci anni, egli fu accolto nell’Istituto Reale per i Giovani Ciechi (Institut National des Jeunes Aveugles – INJA) di Parigi, fondato dal benefattore Valentin Haüy nel 1784.”

E fu proprio all’INJA di Parigi che Braille creò il suo geniale metodo di letto-scrittura. Non è vero?

“Esattamente. In quel tempo, il piccolo mondo dell’Istituto parigino fu emotivamente conquistato dall’invenzione di un ex ufficiale di artiglieria, Charles Barbier de La Serre, il quale aveva ideato un sistema di scrittura, che egli chiamò scrittura notturna, costituita da punti in rilievo che, secondo lui, avrebbe consentito ai militari di leggere al buio, per non essere individuati dai nemici.

Barbier pensò di far testare la sua invenzione agli allievi dell’Istituto per i ciechi di Parigi, che accolsero con entusiastico interesse l’esperimento, tant’è che alcuni di loro (e tra questi Louis Braille)iniziarono addirittura una corrispondenza con Barbier, utilizzando il suo laborioso sistema ed adeguandolo sempre più alle esigenze tattili dei disabili visivi.”

Quando nacque esattamente il metodo Braille?

“Eravamo nell’anno 1825. Braille aveva appena sedici anni ed il suo sistema a 6 punti a rilievo poteva dirsi virtualmente compiuto.

Nel 1829, egli pubblicò: “Procedimento per scrivere le parole, la musica e il canto corale per mezzo di punti in rilievo ad uso dei ciechi ed ideato per loro”.

Si tratta dell’opera con la quale egli faceva conoscere la scrittura da lui inventata e che è quella ancora oggi utilizzata dai ciechi di tutto il mondo.”
Qual è l’importanza del metodo Braille nell’odierna società digitale?

“I nuovi strumenti tecnologici hanno sicuramente innalzato il livello dell’autonomia delle persone con disabilità visiva (basti pensare alle sintesi vocali ed alle barre Braille per i PC ed agli smartphone con sistemi vocali).
Tuttavia, nei miei interventi, io sottolineo sempre l’aspetto “complementare” degli ausili tecnologici, che non potranno mai prendere il posto e soppiantare l’insostituibile ruolo primario di “alfabetizzazione” svolto dal Braille per i non vedenti.

Rammento infatti ai tanti genitori e docenti per il sostegno che sostengono che il sistema Braille è ormai superato (e per questo, tra l’altro, troppo spesso ne giustificano la loro “deleteria” non conoscenza) che immaginare una persona (e dunque anche un non vedente) che non possieda un suo codice di letto-scrittura è impossibile. A loro e non solo ricordo invece che lo straordinario sistema di letto-scrittura inventato da Louis Braille ha consentito ai ciechi di uscire dalla “preistoria”, ovvero di leggere, scrivere e lavorare, partecipando ed includendosi attivamente nella vita culturale della società.”

Quest’anno, le vostre iniziative “celebrative” della Giornata del Braille saranno prevalentemente destinate ai giovani. Per quale motivo?

“Ricordare oggi l’attualità e l’importanza storica e culturale della figura di Louis Braille e della sua eccezionale “invenzione” soprattutto tra le studentesse e gli studenti degli Istituti di ogni ordine e grado può certamente servire per sedimentare nella loro coscienza e nella loro sensibilità una nuova e costruttiva “cultura” della disabilità e dell’inclusione, nella speranza che essa, dai banchi di scuola, si propaghi in tutta la società, rendendola finalmente “for all”.

L’articolo XI Giornata Braille: chi era Braille, come nasce il metodo? Intervista esclusiva a Gianluca Rapisarda sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Sostegno – Handicap – Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Pensione 2019: come controllare se arriverà il 1° settembre. [SCHEDA]

Commenti disabilitati su Pensione 2019: come controllare se arriverà il 1° settembre. [SCHEDA]

Pensione con 55 anni di età: quando è da attendere

Commenti disabilitati su Pensione con 55 anni di età: quando è da attendere

Coronavirus, Azzolina: nessuna emergenza per le scuole

Commenti disabilitati su Coronavirus, Azzolina: nessuna emergenza per le scuole

Fratoianni (LeU): concorso per titoli e servizio si può fare subito. Sconcertante che Ministra dica che stiamo mentendo

Commenti disabilitati su Fratoianni (LeU): concorso per titoli e servizio si può fare subito. Sconcertante che Ministra dica che stiamo mentendo

Terza fascia ATA: al prossimo aggiornamento si può cambiare il titolo d’accesso

Commenti disabilitati su Terza fascia ATA: al prossimo aggiornamento si può cambiare il titolo d’accesso

Coronavirus, Garante Infanzia: riaperture diversificate ed esperienze pilota da maggio. Esami di Stato in presenza

Commenti disabilitati su Coronavirus, Garante Infanzia: riaperture diversificate ed esperienze pilota da maggio. Esami di Stato in presenza

Legge di Bilancio: no tagli a scuola, si mantiene quota 100. Per aumento stipendi è guerra sulle merendine

Commenti disabilitati su Legge di Bilancio: no tagli a scuola, si mantiene quota 100. Per aumento stipendi è guerra sulle merendine

Detrazioni spese funebri 730 2019: limiti, importo e documentazione

Commenti disabilitati su Detrazioni spese funebri 730 2019: limiti, importo e documentazione

Salvini a Ministra Azzolina: no concorsi, mettere in cattedra chi insegna da anni

Commenti disabilitati su Salvini a Ministra Azzolina: no concorsi, mettere in cattedra chi insegna da anni

De Cristofaro: auguro a tutti di svolgere maturità nel migliore dei modi. Ora pensiamo a ripartenza settembre

Commenti disabilitati su De Cristofaro: auguro a tutti di svolgere maturità nel migliore dei modi. Ora pensiamo a ripartenza settembre

Graduatorie di istituto, requisiti III fascia e informazioni su I e II

Commenti disabilitati su Graduatorie di istituto, requisiti III fascia e informazioni su I e II

Ata, riconferma in servizio I e II fascia per l’a.s. 2019/20

Commenti disabilitati su Ata, riconferma in servizio I e II fascia per l’a.s. 2019/20

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti