Valutazione merito docenti e avanzamenti carriera dei migliori, così si risolleva la nostra Scuola. Lettera

Che alla sintassi, all’analisi grammaticale, logica e del periodo, si debbano aggiungere altri “ingredienti”, come passione e motivazione all’insegnamento e all’apprendimento, è fuor di ogni dubbio.

CHE IL DETTATO ORTOGRAFICO sia un’ ANTICAGLIA, che lo sia pure il riassunto, o la lettura drammatizzata di un testo, può darsi. Non credo però vi siano modelli stra-validati dalla storia della pedagogia che possano essere destinati al cassonetto. Le mode e i design ritornano, con nuove tecniche e nuovi adattamenti. Ma ritornano.

Il futuro è sintesi, trasformazione che non rottama. Non amo i rottamatori della della nostra straordinaria lingua, abbruttita da frettolosi xkè, impoverita nelle forme verbali, nei modi e nei tempi: indicativo, passato prossimo, molto presente, poco futuro.

Sì perchè un paese impoverito nella lingua è un paese impoverito di futuro. Senza i pilastri la casa non regge, senza la capacità di comprendere un testo non si capiranno i principi costituzionali, nè le generazioni future saranno in grado di interpretare un messaggio complesso, al di là dello slogan. È così che vince l’ignoranza …

Non basta però l’aver abolito le penose tesine agli Esami di Stato, quelle scritte con il copia incolla, o l’aver introdotto e nobilitato le materie di indirizzo…ci vuole altro.

Ci vuole un nuovo contratto con la valutazione del merito dei docenti, avanzamenti di carriera dei migliori, perchè non è vero che i docenti sono tutti uguali.

La contrattazione d’Istituto, così com’è concepita oggi, quella sì è un’ anticaglia che, mi auguro, abbia concluso la sua fase storica.

*Laura Fasiolo, ex Dirigente Scolastico
sen PD XVII Legislatura

L’articolo Valutazione merito docenti e avanzamenti carriera dei migliori, così si risolleva la nostra Scuola. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti