Utilizzazioni: una precedenza interessa i docenti che rientrano dal collocamento fuori ruolo

Quali precedenze

Le precedenze previste sono, nell’ordine indicato, le seguenti:

I. Personale con gravi motivi di salute

II. Personale trasferito d’ufficio negli ultimi otto anni richiedente il rientro nella scuola o istituto di precedente titolarità

III. Personale con disabilità e personale che ha bisogno di particolari cure continuative

IV. Assistenza

V. Personale cessato a qualunque titolo dal collocamento fuori ruolo

VI. Personale coniuge di militare o di categoria equiparata (limitatamente alla fase delle assegnazioni provvisorie)

VII. Personale che ricopre cariche pubbliche nelle amministrazioni degli enti locali (limitatamente alla fase delle assegnazioni provvisorie)

VIII. Personale che riprende servizio al termine dell’aspettativa sindacale di cui al C.C.N.Q. sottoscritto il 4.12.2017 (limitatamente alla fase delle assegnazioni provvisorie)

In cosa consiste il collocamento fuori ruolo?

Docenti e dirigenti scolastici possono essere collocati fuori ruolo in seguito all’assegnazione di uno dei seguenti compiti:

  • assegnazione dirigenti scolastici e docenti per i compiti connessi all’autonomia scolastica
  • assegnazione presso enti di prevenzione del disagio psicosociale e presso associazioni professionali dei dirigenti scolastici e del personale docente
  • per progetti nazionali
  • assegnazione dirigenti scolastici e docenti a supporto del sistema della formazione italiana nel mondo

Il personale da collocare fuori ruolo deve aver superato il periodo di prova.

Il servizio prestato in posizione di collocamento fuori ruolo dai dirigenti scolastici e dai docenti è valido come servizio d’istituto per il conseguimento di tutte le posizioni di stato giuridico ed economico nelle quali sia richiesta la prestazione del servizio medesimo.

Come chiarisce la nota ministeriale n.11233/2019, se il collocamento fuori ruolo ha una durata non superiore a 5 anni, i docenti, all’atto del rientro in ruolo o della cessazione dalla posizione di comando, sono assegnati alla sede nella quale erano titolari all’atto del provvedimento.

I collocamenti fuori ruolo, che abbiano durata superiore ad un quinquennio comportano, invece, la perdita della sede di titolarità.

I docenti che perdono la titolarità, all’atto del rientro in ruolo o della cessazione del comando, sono assegnati con priorità ad una sede disponibile da loro scelta, secondo le modalità definite in sede di contrattazione collettiva nazionale integrativa in materia di mobilità.

Personale che rientra dal collocamento fuori ruolo, come viene assegnata la sede di titolarità

L’assegnazione della sede di titolarità per i docenti che rientrano dal collocamento fuori ruolo è disciplinata dall’art.7 del CCNI sulla mobilità.

Questi docenti hanno diritto all’assegnazione della sede prima delle operazioni di mobilità.

Si tratta, infatti, dell’operazione propedeutica ai trasferimenti e passaggi, indicata in seconda posizione nell’allegato 1 del contratto (2. Assegnazione della scuola ai docenti che rientrano dal fuori ruolo), dopo le “Opzioni per il rientro nelle sedi di confluenza del personale delle sedi dimensionate” .

Nel succitato art.7 comma 1 si stabilisce, infatti, che “Le operazioni di mobilità del personale docente sono precedute dalle assegnazioni di sede definitiva disposte nei confronti di quelle categorie di personale che cessano dal collocamento fuori ruolo e che vengono restituite al proprio ruolo e alla titolarità di provenienza. Tale personale docente è assegnato, a domanda, ad una scuola disponibile tra quelle richieste in una provincia di sua scelta, per la stessa classe di concorso e lo stesso ruolo di appartenenza all’atto del collocamento fuori ruolo oppure per una classe di concorso di cui possieda l’abilitazione nello stesso limite di cui al comma 6 del successivo articolo 8

Precedenza nella mobilità annuale per il personale che rientra dal collocamento fuori ruolo

Una delle precedenze previste nell’art.8, punto V) del CCNI sulla mobilità annuale, interessa i docenti che rientrano dal collocamento fuori ruolo, come indicato nell’art.2 comma 1 lettera c) del contratto.

I docenti che rientrano dal collocamento fuori ruolo, come indicato nella lettera c) del succitato art.2, hanno titolo a chiedere utilizzazione con precedenza se si trovano in una di queste condizioni:

  • hanno avuto l’assegnazione di una sede di titolarità non compresa tra quelle espresse nella domanda
  • sono rientrati dal collocamento fuori ruolo oltre i termini di presentazione delle domande di mobilità
  • sono stati dichiarati idonei all’insegnamento a seguito della procedura prevista dall’art. 35 comma 5 della Legge n. 289/2002, che non sono stati assegnati alla scuola in cui prestano servizio ovvero che siano stati trasferiti su una sede non compresa tra quelle espresse a domanda

L’articolo Utilizzazioni: una precedenza interessa i docenti che rientrano dal collocamento fuori ruolo sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Coronavirus: 28mila finora i contagi sul lavoro da fine febbraio, ci sono anche Dirigenti e bidelli. Rapporto Inail

Commenti disabilitati su Coronavirus: 28mila finora i contagi sul lavoro da fine febbraio, ci sono anche Dirigenti e bidelli. Rapporto Inail

Cattedre disponibili per il trasferimento: solo quelle vacanti nell’organico dell’autonomia

Commenti disabilitati su Cattedre disponibili per il trasferimento: solo quelle vacanti nell’organico dell’autonomia

Immissioni in ruolo straordinarie sui posti di Quota 100 saranno prima della mobilità

Commenti disabilitati su Immissioni in ruolo straordinarie sui posti di Quota 100 saranno prima della mobilità

TFA sostegno, Gilda: chiederemo no selezione docenti tre anni servizio

Commenti disabilitati su TFA sostegno, Gilda: chiederemo no selezione docenti tre anni servizio

Graduatorie terza fascia ATA: calcolo dei giorni di servizio

Commenti disabilitati su Graduatorie terza fascia ATA: calcolo dei giorni di servizio

PTOF, integrazione alla luce della riforma entro fine ottobre: indicazioni ministeriali

Commenti disabilitati su PTOF, integrazione alla luce della riforma entro fine ottobre: indicazioni ministeriali

Studente bocciato agli esami di Stato ma promosso al test per Ingegneria

Commenti disabilitati su Studente bocciato agli esami di Stato ma promosso al test per Ingegneria

Barbagallo (Uil): o il contratto o sarà sciopero del Pubblico impiego

Commenti disabilitati su Barbagallo (Uil): o il contratto o sarà sciopero del Pubblico impiego

TFA sostegno 2020, corso di preparazione: simulatore con più di 10mila quesiti, offerta lancio scade oggi

Commenti disabilitati su TFA sostegno 2020, corso di preparazione: simulatore con più di 10mila quesiti, offerta lancio scade oggi

Regionalizzazione, Sottosegretario Giuliano: “un pericolo per la scuola”. Anief conferma sciopero 17 maggio

Commenti disabilitati su Regionalizzazione, Sottosegretario Giuliano: “un pericolo per la scuola”. Anief conferma sciopero 17 maggio

Assegni nucleo familiare genitori separati: chi ne ha diritto?

Commenti disabilitati su Assegni nucleo familiare genitori separati: chi ne ha diritto?

Educazione civica, iter del testo di legge. Le principali novità

Commenti disabilitati su Educazione civica, iter del testo di legge. Le principali novità

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti