Uscita autonoma studenti: la ministra difende i prof e loro le sparano

Inopportunità per un politico non significa stupidità, né infondatezza di quel che si dice. Inopportunità vuol dire capacità di diventare impopolare tanto da far perdere voti alla propria parte politica. Ed eccoli tutti a ridere della ministra che inopportunamente ha ricordato ai poveri professori che i rischi della loro rischiosissima professione sono tanto giganteschi che se si fermassero un attimo a riflettere forse cambierebbero mestiere.

E invece loro se la ridono e continuano a portare bambini e ragazzi in gita o in giro per la città, confidando nella buona stella, come pure fanno durante l’intervallo o nel cambio d’ora o quando li lasciano andare via appena suona la campanella dell’ultima ora. In realtà  molti atteggiamenti temerari dei docenti cesserebbero se si conoscessero i fondamentali del diritto. Come si fa in definitiva a immaginare che non ci sia abbandono del minore lasciando che il minore se ne vada a casa da solo? Per il diritto, non per il buon senso tanto osannato in queste ore da tanto diffuse intelligenze e a quale tutti ci ispiriamo pensando che prima o poi questi ragazzi devono pur crescere e lo faranno tanto meglio quanto più saranno lontane le sottane della mamma. Tutti desideriamo figli autonomi ma l’Avvocatura dello Stato che pure dovrebbe difendere gli insegnanti statali ribadisce che l’autonomia va stimolata ma di pomeriggio.

E non sarà certo il buon senso che ti soccorrerà in Tribunale, caro prof., se un alunno sarà finito sotto una macchina. Per il diritto positivo, cioè per la legge in vigore qui e ora e per i principi generali dell’ordinamento mai abrogati. Se questi non cambiano il minore è un incapace e non può essere abbandonato.

Certo, si insiste, c’è minore e minore e dunque se non la capacità di agire, che si acquisisce a 18 anni, almeno la ben diversa capacità di intendere e di volere dell’alunno che si immagina capace e consapevole ma che purtroppo è stato investito potrà essere prodotta a propria discolpa in questo caso specifico (la culpa in vigilando del prof purtroppo per lui non va dimostrata ma si presume per legge…), sperando che il giudice non la cestini magari dopo essere stato convinto dal legale della famiglia che oggi su Facebook solidarizza con te, caro prof, poi non più. Ma tutto questo lo potrai fare in una delle innumerevoli udienze di un processo infinito che ti devasterà l’esistenza.

Non su Facebook, caro prof che stai sparando al medico che ti ha diagnosticato la malattia.

Studenti non possono andare a casa da soli. Fedeli, docenti responsabili anche se manca in regolamento istituto obbligo vigilanza

L’articolo Uscita autonoma studenti: la ministra difende i prof e loro le sparano sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

https://www.orizzontescuola.it/uscita-autonoma-studenti-la-ministra-difende-prof-le-sparano/

Leggi Tutto

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

adminreal

Related Posts

Valutazione finale anno di prova: ruolo tutor, comitato valutazione e dirigente scolastico

Commenti disabilitati su Valutazione finale anno di prova: ruolo tutor, comitato valutazione e dirigente scolastico

Brignone (Europa Verde): con nuova ed. civica si toglie e non si aggiunge

Commenti disabilitati su Brignone (Europa Verde): con nuova ed. civica si toglie e non si aggiunge

Idonei TFA sostegno, misure straordinarie specializzazione sostegno 2019

Commenti disabilitati su Idonei TFA sostegno, misure straordinarie specializzazione sostegno 2019

TFA sostegno: anche al prossimo ciclo ITP potranno partecipare con diploma

Commenti disabilitati su TFA sostegno: anche al prossimo ciclo ITP potranno partecipare con diploma

Posti di sostegno in deroga, altre supplenze al 30 giugno. Aggiunta Lecce

Commenti disabilitati su Posti di sostegno in deroga, altre supplenze al 30 giugno. Aggiunta Lecce

Sindaco di Predappio: non cambio idea, nessun fondo per viaggio ad Auschwitz allo studente

Commenti disabilitati su Sindaco di Predappio: non cambio idea, nessun fondo per viaggio ad Auschwitz allo studente

Rientro a scuola, allarme igiene: prima del lockdown per 1 studente su 3 il sapone era un miraggio

Commenti disabilitati su Rientro a scuola, allarme igiene: prima del lockdown per 1 studente su 3 il sapone era un miraggio

Dichiarazione redditi, indicazioni Inps per rilascio CU 2019. Cos’è previsto per personale scuola

Commenti disabilitati su Dichiarazione redditi, indicazioni Inps per rilascio CU 2019. Cos’è previsto per personale scuola

L’Unione Val D’Enza di Montecchio Emilia seleziona docente d’infanzia ed educatori di asilo nido

Commenti disabilitati su L’Unione Val D’Enza di Montecchio Emilia seleziona docente d’infanzia ed educatori di asilo nido

Mobilità, CNDDU: docenti dovrebbero ricongiungersi ai propri familiari

Commenti disabilitati su Mobilità, CNDDU: docenti dovrebbero ricongiungersi ai propri familiari

Noi siamo insegnanti e lo saremo per sempre. Lettera

Commenti disabilitati su Noi siamo insegnanti e lo saremo per sempre. Lettera

Natale multiculturale a scuola: per 2 studenti su 5 niente albero né presepe

Commenti disabilitati su Natale multiculturale a scuola: per 2 studenti su 5 niente albero né presepe

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti