Una “vendemmia” ancora da completare: le cure per l’anziano e il “darwinismo sociale”

Stiamo regredendo al livello d’inciviltà dei popoli primitivi. Fra gli antichi nomadi, l’anziano malato veniva abbandonato al suo destino, ed il resto della sua gente proseguiva il suo percorso lasciandolo da solo a morire. Quest’usanza, allora imposta dalle condizioni materiali di vita, ora si ripropone in virtù del cosiddetto “darwinismo sociale”. Questi versi di Baudelaire, meravigliosi e terribili, ce la descrivono:

leggi tutto

Leggi Tutto

Fonte

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti