Una rete di sicurezza

Talvolta … veniamo presi da un senso di ribellione così ri­pugnante che semplicemente non vogliamo pregare. Quan­do ci capitano queste cose, non dovremmo pensare troppo male di noi stessi. Dovremmo semplicemente riprendere a pregare non appena ci riusciamo, facendo ciò che sappiamo essere un bene per noi.

DODICI PASSI E DODICI TRADIZIONI, pag. 152

A volte grido, pesto i piedi e volto le spalle al mio Potere Superiore. Allora la mia malattia mi dice che sono un fal­limento e che mi ubriacherò di sicuro se rimango arrab­biato. In questi momenti di ostinazione è come se fossi scivolato da una rupe e mi stessi tenendo aggrappato con una mano sola. Il brano riportato sopra rappresenta la mia rete di sicurezza, in quanto mi spinge a cercare di as­sumere nuovi comportamenti, come essere gentile e pa­ziente con me stesso, per esempio. Mi rassicura che il mio Potere Superiore aspetterà fino a quando sarò dispo­sto ancora una volta a rischiare di lasciare la presa, finire nella rete, e pregare.

Leggi Tutto

Fonte Riflessioni – Alcolisti Anonimi

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

daniela

Related Posts

Recuperato dall’amore

Commenti disabilitati su Recuperato dall’amore

Accettare se stessi

Commenti disabilitati su Accettare se stessi

Viverla

Commenti disabilitati su Viverla

L’autonomia del gruppo

Commenti disabilitati su L’autonomia del gruppo

Comincia da dove sei

Commenti disabilitati su Comincia da dove sei

Sono responsabile

Commenti disabilitati su Sono responsabile

Propositi giornalieri

Commenti disabilitati su Propositi giornalieri

Rimediare ai danni

Commenti disabilitati su Rimediare ai danni

Un dono che cresce con il tempo

Commenti disabilitati su Un dono che cresce con il tempo

La fiducia negli altri

Commenti disabilitati su La fiducia negli altri

Riparare i danni

Commenti disabilitati su Riparare i danni

In tutte le nostre attività

Commenti disabilitati su In tutte le nostre attività

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti