Trasferimento sostegno-posto comune stessa scuola: quali conseguenze?

Una lettrice ci scrive:

“Sono una docente di sostegno della scuola dell’infanzia e quest’anno vorrei chiedere il passaggio sulla comune sempre nella stessa scuola (ho superato il quinquennio sul sostegno). Volevo sapere, eventualmente non dovessi ottenere il passaggio, rimango sul posto sostegno? E se dovessi ottenere il passaggio, perderei il punteggio di continuità nella scuola? Inoltre sarei l’ultima nella graduatoria interna d’istituto? E sempre se dovessi ottenere il passaggio, dovrò rifare l’anno di prova?”

Il docente che ha superato il vincolo di permanenza quinquennale sul sostegno può partecipare alla mobilità per posto comune, chiedendo sia trasferimento, che passaggio di cattedra o passaggio di ruolo se possiede i requisiti necessari

Quale tipologia di movimento?

Il movimento da sostegno a posto comune che riguarda la stessa scuola di titolarità è un trasferimento su diversa tipologia di posto, in quanto il sostegno non è una classe di concorso.

Il movimento che interessa la nostra lettrice, quindi,  non rientra nella  mobilità professionale, ma nella mobilità territoriale e fa parte della II fase dei movimenti anche se riguarda il comune di titolarità. Precisamente rientra nell’operazione individuata dalla lettera G) della sequenza operativa dei  movimenti, indicata nell’allegato 1 del CCNI:

G) trasferimento a domanda nella provincia di titolarità da sostegno a posto comune e da posto comune a posto di sostegno dei docenti senza precedenza anche se il trasferimento è per scuole dello stesso comune

Se non si ottiene il trasferimento, nessuna conseguenza sulla titolarità

Se la nostra lettrice non sarà soddisfatta nella domanda di trasferimento rimarrà titolare sul sostegno nella stessa scuola senza alcuna conseguenza su titolarità e punteggio di continuità

Se si ottiene trasferimento cambia tipologia di posto di titolarità

Se la domanda di trasferimento sarà soddisfatta la nostra lettrice rimarrà titolare nella stessa scuola, modificando, però, la tipologia di posto poiché da docente titolare sul sostegno passerà a docente titolare su posto comune.

Il trasferimento ottenuto sarà causa di interruzione della continuità e determinerà la perdita di tutto il punteggio di continuità maturato nella scuola come docente titolare sul sostegno

Il trasferimento su diversa tipologia di posto non determinerà, comunque, lo svolgimento dell’anno di prova, che risulta obbligatorio, invece, per i neo-immessi in ruolo e per coloro che ottengono passaggio di ruolo

Quale  posizione in graduatoria interna di istituto?

Il docente che ottiene trasferimento da sostegno a posto comune nella scuola di titolarità viene considerato come ultimo arrivato nella scuola e sarà collocato in coda nella graduatoria interna di istituto per l’anno scolastico di arrivo mediante trasferimento insieme agli altri docenti arrivati nel medesimo anno per mobilità o immissione in ruolo.

Saranno questi docenti a rischiare per primi di diventare perdenti posto in presenza di contrazione nell’organico della scuola

Come chiarisce il CCNI, infatti, in caso di contrazione nell’organico dell’autonomia dell’istituzione scolastica, in presenza di esuberi, i docenti che saranno individuati per primi come soprannumerari sono coloro che risultano entrati a far parte dell’organico dell’autonomia  dell’Istituto con decorrenza dal precedente primo settembre per mobilità a domanda volontaria o assunti in ruolo

Tutto sulla Mobilità 2019

L’articolo Trasferimento sostegno-posto comune stessa scuola: quali conseguenze? sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Sostegno – Handicap – Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Come si giustifica l’assenza per visita specialistica

Commenti disabilitati su Come si giustifica l’assenza per visita specialistica

Abilitazione professionale: le tasse per l’esame sono detraibili?

Commenti disabilitati su Abilitazione professionale: le tasse per l’esame sono detraibili?

Bando concorso per 35 ATA nella provincia di Trento, scadenza 16 marzo

Commenti disabilitati su Bando concorso per 35 ATA nella provincia di Trento, scadenza 16 marzo

Maturità 2019, seconda prova mista: quando si usano due griglie di valutazione e come si attribuisce voto

Commenti disabilitati su Maturità 2019, seconda prova mista: quando si usano due griglie di valutazione e come si attribuisce voto

Dirigente interdetta per uso privato auto scuola, Cassazione ha chiesto annullamento interdizione

Commenti disabilitati su Dirigente interdetta per uso privato auto scuola, Cassazione ha chiesto annullamento interdizione

Il GISS Italia incontra la UIL Scuola di Palermo

Commenti disabilitati su Il GISS Italia incontra la UIL Scuola di Palermo

Azzolina: 25 ottobre convegno su didattica, nuove metodologie d’insegnamento e sfide future

Commenti disabilitati su Azzolina: 25 ottobre convegno su didattica, nuove metodologie d’insegnamento e sfide future

Da Fioramonti avrei voluto meno coerenza. Lettera

Commenti disabilitati su Da Fioramonti avrei voluto meno coerenza. Lettera

Coronavirus, congedi e permessi inseriti a sistema NOIPA

Commenti disabilitati su Coronavirus, congedi e permessi inseriti a sistema NOIPA

Usare Smart Notebook 19 nelle video lezioni in modalità sincrona o asincrona

Commenti disabilitati su Usare Smart Notebook 19 nelle video lezioni in modalità sincrona o asincrona

Assistenti amministrativi senza laurea facenti funzione DSGA: nuovo accordo Miur – sindacati per soluzione

Commenti disabilitati su Assistenti amministrativi senza laurea facenti funzione DSGA: nuovo accordo Miur – sindacati per soluzione

Invalsi 2020. Bandi per osservatori esterni, anche laureati e diplomati. I compensi. Aggiunta Lombardia

Commenti disabilitati su Invalsi 2020. Bandi per osservatori esterni, anche laureati e diplomati. I compensi. Aggiunta Lombardia

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti