Ti sei mai chiesto se il tuo sito è accessibile alle persone con disabilità?

Oltre ad essere un imperativo morale, per molti soggetti l’accessibilità del proprio sito è un obbligo normativo, ma è anche una preziosa opportunità, perché aumenta i visitatori, migliora le performance del sito e il suo stesso posizionamento sui motori di ricerca. Per spiegare dunque come creare un sito web accessibile a tutte le persone con disabilità, Progetto Yeah! – ramo aziendale della Cooperativa Sociale Quid, specializzato nella fornitura di servizi per l’accessibilità e l’inclusione – ha promosso per il 13 novembre uno specifico incontro nei pressi di Verona

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Per prevenire e affrontare la violenza contro le donne, con e senza disabilità

Commenti disabilitati su Per prevenire e affrontare la violenza contro le donne, con e senza disabilità

Troppe persone con disabilità non possono scegliere cosa fare della propria vita

Commenti disabilitati su Troppe persone con disabilità non possono scegliere cosa fare della propria vita

“Uno sguardo raro” racconta tante storie di persone reali

Commenti disabilitati su “Uno sguardo raro” racconta tante storie di persone reali

«Si è avverato il nostro sogno»: parola di tre giovani con autismo

Commenti disabilitati su «Si è avverato il nostro sogno»: parola di tre giovani con autismo

Le speranze deluse da quel Decreto

Commenti disabilitati su Le speranze deluse da quel Decreto

Raccontare Klimt con tessere d’oro

Commenti disabilitati su Raccontare Klimt con tessere d’oro

Una convenzione tra i disability manager e l’Università di Bari

Commenti disabilitati su Una convenzione tra i disability manager e l’Università di Bari

Accessibilità e cultura del territorio: una sfida che si può vincere

Commenti disabilitati su Accessibilità e cultura del territorio: una sfida che si può vincere

Luca De Pieri, per il quale lo sport è vita (e anche vita indipendente)

Commenti disabilitati su Luca De Pieri, per il quale lo sport è vita (e anche vita indipendente)

Ventiquattr’ore a nuoto per le persone con la SLA e le loro famiglie

Commenti disabilitati su Ventiquattr’ore a nuoto per le persone con la SLA e le loro famiglie

Per una nuova cultura dei pediatri di famiglia sulle malattie neuromuscolari

Commenti disabilitati su Per una nuova cultura dei pediatri di famiglia sulle malattie neuromuscolari

Gli approcci dietetici possono ridurrre la fatica nella sclerosi multipla

Commenti disabilitati su Gli approcci dietetici possono ridurrre la fatica nella sclerosi multipla

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti