TFA sostegno: la normativa sulle assenze è severa, obbligo per i laboratori

TFA sostegno: quante assenze?

Numerose le richieste di informazioni o chiarimenti sulla frequenza ai percorsi di Specializzazione per il sostegno.

La risposta è fornita dal DM dell’8 febbraio 2019, che all’articolo 3/4 così dispone:

Le assenze sono accettate nella percentuale del 20% di ciascun insegnamento. Il monte ore relativo è recuperato attraverso modalità definite dai titolari degli insegnamenti. Per il tirocinio e per i laboratori vige l’obbligo integrale di frequenza delle attività previste.

Sarà, dunque, possibile, assentarsi per il 20% delle ore previste  per ciascun insegnamento. Le ore non svolte potranno essere recuperate tramite attività predisposte dal titolare dell’insegnamento.

Per quanto riguarda il tirocinio e i laboratori, invece, non sono previste assenze ma c’è l’obbligo integrale di frequenza delle attività previste, senza riduzioni né recuperi.

La normativa è stata richiamata dal Direttore del corso prof. Antonio Argentino presso l’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria.

Donne in gravidanza

Alcune Università hanno stabilito delle precise disposizioni, come accade a Bologna per il tirocinio

A prescindere dal grado di scuola in cui si effettua il tirocinio, tutte le studentesse sono tenute ad astenersi nei seguenti periodi:

  • congedo obbligatorio per maternità;
  • gravidanza a rischio;
  • cd. aspettativa facoltativa (ulteriori sei mesi, trascorso il periodo di congedo obbligatorio per maternità).

Vedi anche Urbino

L’articolo TFA sostegno: la normativa sulle assenze è severa, obbligo per i laboratori sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti