Test TFA sostegno, bocciati con 27/30 e promossi con zero. Ecco cosa è successo

Prove annullate

Università della Calabria (Arcavacata, Rende) per la secondaria di I grado,  Università della Basilicata Potenza in una delle aule per il test della scuola secondaria di II grado e l’Università di Bari per la primaria.

La data in cui il test sarà ripetuto sarà fissata a livello nazionale dal Miur

Mancati controlli, risultati falsati

La conseguenza più immediata dei mancati controlli – denunciati dai partecipanti – è la possibilità che i risultati risultino falsati.

Alcuni docenti ci segnalano ad es. che a superare il test, in una Università, sono stati i candidati di una specifica aula, mentre nelle altre i risultati sono a macchia di leopardo.

I risultati finora pubblicati (numerose Università pubblicheranno oggi)

Bocciati con 27/30, ammessi con 0/30

Si tratta di risultati di due Università diverse: è potuto accadere perché il dm  n. 92/2019 stabilisce che supera il test il doppio dei candidati rispetto al numero previsto dal bando, più tutti coloro che hanno conseguito il risultato dell’ultimo degli ammessi.

Pertanto, non c’è una soglia di sufficienza, né un punteggio minimo con il quale si supera la prova. A stabilire chi accederà alla prova scritta in quell’Università è il candidato più bravo, quello che realizza il punteggio più alto.

Università della Basilicata secondaria di I grado: chi ha conseguito un punteggio da 27/30 in giù non è stato ammesso alla prova. Questo perchè i posti erano molto pochi, solo 15, per cui superano la prova solo i primi 40. Il più bravo ha totalizzato 29/30, determinando il destino dei suoi colleghi.

Università di Urbino: l’ultimo degli ammessi alla prova scritta per la primaria ha totalizzato 0/30.  I posti a disposizione erano 150, per cui anche se il più bravo dei candidati ha avuto 30/30, il numero non alto dei partecipanti (183) ha permesso che anche chi non aveva praticamente svolto la prova venga ammesso alla prova scritta.

Una disparità che  – per la sua distanza – fa riflettere sull’impostazione della prova. E’ stata eliminata la contestata soglia di 21/30 delle precedenti edizione del corso, ma questa modalità rischia di creare delle disparità ancora maggiori.

Candidati non ammessi: si potrà ritentare il prossimo anno

Per i candidati risultati non ammessi alla prova scritta il percorso termina qui. Sarà possibile ritentare il prossimo anno, dato che i corsi dovrebbero essere 3 in tre anni, per un totale di 40 mila posti.

La chiusura del corso a.a. 2018/19 è prevista entro fine marzo 2020, per far partire il corso successivo, nonché per permettere agli specializzandi di partecipare al concorso 2019 anche per i posti di sostegno, probabilmente con riserva (nessuna incompatibilità invece per la partecipazione al concorso per i posti comuni).

L’articolo Test TFA sostegno, bocciati con 27/30 e promossi con zero. Ecco cosa è successo sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Decreto cura Italia, Azzolina: nessuno perderà il posto, salvaguardate supplenze

Commenti disabilitati su Decreto cura Italia, Azzolina: nessuno perderà il posto, salvaguardate supplenze

La didattica a distanza non sostituisce le lezioni frontali. Lettera

Commenti disabilitati su La didattica a distanza non sostituisce le lezioni frontali. Lettera

Docenti di sostegno, avvio formazione in Sicilia. Nota USR

Commenti disabilitati su Docenti di sostegno, avvio formazione in Sicilia. Nota USR

Azzolina, formazione docenti: nel nuovo Contratto un monte ore annuale obbligatorio

Commenti disabilitati su Azzolina, formazione docenti: nel nuovo Contratto un monte ore annuale obbligatorio

Graduatorie terza fascia ATA: per non avere revoca dell’incarico controllare bene il punteggio

Commenti disabilitati su Graduatorie terza fascia ATA: per non avere revoca dell’incarico controllare bene il punteggio

Contrazione in organico: nessun soprannumerario se si costituisce una COE

Commenti disabilitati su Contrazione in organico: nessun soprannumerario se si costituisce una COE

Recuperi apprendimenti dal 1 settembre: cosa fa il collegio, chi organizza orario docenti, ruolo contrattazione

Commenti disabilitati su Recuperi apprendimenti dal 1 settembre: cosa fa il collegio, chi organizza orario docenti, ruolo contrattazione

Serafini (Snals): tempi concorsi docenti siano rispettati, dal 7 gennaio parliamo di abilitazione docenti e valorizzazione ATA [INTERVISTA]

Commenti disabilitati su Serafini (Snals): tempi concorsi docenti siano rispettati, dal 7 gennaio parliamo di abilitazione docenti e valorizzazione ATA [INTERVISTA]

Donazzan: Veneto investe su scuole di formazione moda; lì c’è lavoro

Commenti disabilitati su Donazzan: Veneto investe su scuole di formazione moda; lì c’è lavoro

Stipendio, cedolino ottobre è on line su NOIPA

Commenti disabilitati su Stipendio, cedolino ottobre è on line su NOIPA

Concorso a cattedra, aggiunta conoscenza coding nei 24 CFU. Emendamento approvato

Commenti disabilitati su Concorso a cattedra, aggiunta conoscenza coding nei 24 CFU. Emendamento approvato

Concorso DSGA, abbinamento candidati alle sedi. Elenchi per regione

Commenti disabilitati su Concorso DSGA, abbinamento candidati alle sedi. Elenchi per regione

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti