Tante storie di donne caregiver, private della loro identità personale

«La società – scrive Veronica Asara, caregiver familiare e presidente dell’Associazione sensibilMente – vorrebbe le donne caregiver dedite esclusivamente alla cura dei propri cari con disabilità, e sanziona i loro tentativi di conservare la propria unicità e l’autonomia dalla persona di cui si curano. Per questo motivo urge un’azione culturale che promuova l’affermazione della donna caregiver nella propria autonomia e capacità di scelta, nel proprio ruolo di singolo nella comunità e non necessariamente esistente in unica funzione del suo ruolo di cura»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

I buoni risultati della ricerca sulla SLA

Commenti disabilitati su I buoni risultati della ricerca sulla SLA

Oltre il “Dopo di Noi”

Commenti disabilitati su Oltre il “Dopo di Noi”

Un approccio nuovo di ricerca sulla sclerosi multipla e altre patologie

Commenti disabilitati su Un approccio nuovo di ricerca sulla sclerosi multipla e altre patologie

Il bisogno di affettività e sessualità

Commenti disabilitati su Il bisogno di affettività e sessualità

L’amore e il viaggio verso l’età adulta delle persone con sindrome di Down

Commenti disabilitati su L’amore e il viaggio verso l’età adulta delle persone con sindrome di Down

Spargiamo semi di fiordaliso tra bambini e bambine per far crescere il rispetto

Commenti disabilitati su Spargiamo semi di fiordaliso tra bambini e bambine per far crescere il rispetto

Venticinque anni a fianco delle persone con X Fragile

Commenti disabilitati su Venticinque anni a fianco delle persone con X Fragile

La neurotribù di Hans Asperger: autismi e neurodiversità

Commenti disabilitati su La neurotribù di Hans Asperger: autismi e neurodiversità

Attendiamo le scuse dal Sindaco di Napoli

Commenti disabilitati su Attendiamo le scuse dal Sindaco di Napoli

I Malati Rari aspettano azioni concrete ormai da troppo tempo

Commenti disabilitati su I Malati Rari aspettano azioni concrete ormai da troppo tempo

Michael, che ha imparato ad ascoltare le sue potenzialità

Commenti disabilitati su Michael, che ha imparato ad ascoltare le sue potenzialità

Vado a vivere da solo: una scelta possibile, non un’emergenza

Commenti disabilitati su Vado a vivere da solo: una scelta possibile, non un’emergenza

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti