Supplenze docenti religione cattolica: titoli, idoneità e durata contratti

Titoli insegnamento religione cattolica

Nella circolare n. 38905/2019, recante indicazioni sulle supplenze per l’a.s. 2019/20, il Miur ricorda che:

dal 1 settembre 2017 è entrato in vigore il sistema di qualificazione professionale stabilito dall’Intesa di cui al D.P.R. 175 del 20 agosto 2012 che prevede, tra l’altro, il possesso di titoli di studio ecclesiastici per poter accedere all’insegnamento della religione cattolica.

Di seguito i titoli di qualificazione professionale previsti dal succitato DPR 175/2012, richiesti a partire dal 2017/18 (nel DPR vi sono indicazioni particolari per chi già insegnava religione).

Scuola secondaria di primo e secondo grado:

a) titolo accademico (baccalaureato, licenza o dottorato) in teologia o nelle altre discipline ecclesiastiche, conferito da una facoltà approvata dalla Santa Sede;

b) attestato di compimento del regolare corso di studi teologici in un seminario maggiore;

c) laurea magistrale in scienze religiose conseguita presso un istituto superiore di scienze religiose approvato dalla Santa Sede.

Scuola dell’infanzia e primaria:

a) uno dei titoli di qualificazione sopra riportati per la secondaria;

b) sacerdoti, diaconi o religiosi in possesso di qualificazione riconosciuta dalla Conferenza episcopale italiana in attuazione del can. 804, par. 1, del Codice di diritto canonico e attestata dall’ordinario diocesano.

Nelle scuole dell’infanzia e primaria, inoltre, l’insegnamento della religione cattolica può essere impartito da insegnanti della sezione o della classe, che siano in possesso di uno specifico master di secondo livello per l’IRC approvato dalla Conferenza episcopale italiana.

Idoneità

Oltre ai succitati titoli, come leggiamo nel punto 4.1 dell’allegato al DPR summenzionato, gli insegnanti devono essere riconosciuti idonei dall’autorità ecclesiastica

Deroga al possesso dei titoli di qualificazione professionale

Nel caso in cui l’Ordinario diocesano non disponga di un numero sufficiente di docenti qualificati per soddisfare il fabbisogno orario nel territorio di sua competenza, è possibile ricorrere a docenti non ancora in possesso dei sopra riportati titoli, a condizione che gli stessi inseriti nei previsti percorsi formativi.

Durata contratti

Qualora si ricorra a docenti non ancora in possesso dei titoli di qualificazione professionale sopra indicati, inseriti comunque nei relativi percorsi formativi:

  • la durata del contratto sarà dal 1° settembre al termine delle lezioni, anche in caso di supplenza su posto vacante e disponibile;
  • nel caso il titolo di studio richiesto venga conseguito entro il 31 dicembre 2019, il contratto potrà essere trasformato in annuale, quindi sino al 31/08.
  • nel caso il titolo di studio richiesto venga conseguito  dopo il 31 dicembre 2019, il contratto rimarrà sino al termine delle lezioni (il titolo acquisito potrà essere fatto valere in termini contrattuali solo a far data dal 1° settembre 2020).

Supplenze: convocazioni, posti liberi, rinunce, MAD, stipendio [Lo speciale]

L’articolo Supplenze docenti religione cattolica: titoli, idoneità e durata contratti sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Trasferimento insegnante di sostegno: può chiedere materia se ha superato il vincolo quinquennale

Commenti disabilitati su Trasferimento insegnante di sostegno: può chiedere materia se ha superato il vincolo quinquennale

Immissioni in ruolo, scuola secondaria II grado: più di 30mila posti disponibili. Dati provincia per provincia [PDF]

Commenti disabilitati su Immissioni in ruolo, scuola secondaria II grado: più di 30mila posti disponibili. Dati provincia per provincia [PDF]

Diplomati magistrale, Flc Cgil Valle d’Aosta: salvaguardare continuità didattica. Chiederemo incontro Sovrintendenza

Commenti disabilitati su Diplomati magistrale, Flc Cgil Valle d’Aosta: salvaguardare continuità didattica. Chiederemo incontro Sovrintendenza

Coronavirus, Campania proroga con propria ordinanza divieti fino al 14 di aprile

Commenti disabilitati su Coronavirus, Campania proroga con propria ordinanza divieti fino al 14 di aprile

Alta formazione per i giovani della Sicilia con i Fondi europei

Commenti disabilitati su Alta formazione per i giovani della Sicilia con i Fondi europei

Casalmaggiore, altre scuole diventano “plastic free”

Commenti disabilitati su Casalmaggiore, altre scuole diventano “plastic free”

Diplomati magistrale fuori dalle GaE, FdI: Ministero trovi soluzione

Commenti disabilitati su Diplomati magistrale fuori dalle GaE, FdI: Ministero trovi soluzione

Precari, sentenza UE: no risarcimento ma assunzioni con scorrimento graduatorie. Commento dell’Avv. Miceli

Commenti disabilitati su Precari, sentenza UE: no risarcimento ma assunzioni con scorrimento graduatorie. Commento dell’Avv. Miceli

Avvio a.s., medico competente per nuovi rischi di docenti, ATA e studenti. Nota Emilia Romagna

Commenti disabilitati su Avvio a.s., medico competente per nuovi rischi di docenti, ATA e studenti. Nota Emilia Romagna

Classi difficili: tecniche, metodologie e pratiche per gestirle. Un e-book che è un corso

Commenti disabilitati su Classi difficili: tecniche, metodologie e pratiche per gestirle. Un e-book che è un corso

Che fine ha fatto l’educazione civica? Lettera

Commenti disabilitati su Che fine ha fatto l’educazione civica? Lettera

Sciopero Istruzione e Ricerca, 10 novembre 2017

Commenti disabilitati su Sciopero Istruzione e Ricerca, 10 novembre 2017

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti