Stato patologico sotteso o connesso all’invalidità riconosciuta: quando spettano i 30 giorni per cure

Marisa scrive

Salve, sono una docente di lettere alla scuola media, ho visto che avendo l’invalidità all’80 per cento mi spettano 30 giorni per cure invalidi,ma la mia dirigente mi fa problemi, in quanto non può nominare la supplente perché il certificato delle terapie copre fino al venerdì perché il centro il sabato e domenica è chiuso . Vorrei capire questa legge è stata fatta solo per altre categorie di lavoratori? È possibile che un docente che non vuole creare problemi alla scuola non può curarsi? Che devo fare? Mi può aiutare a trovare una soluzione?

La normativa

L’istituto è stato introdotto dall’art. 7 del d.lgs. n. 119/2011, entrato in vigore l’11 agosto 2011.

I lavoratori mutilati ed invalidi civili ai quali sia stata riconosciuta una riduzione della capacità lavorativa di almeno il 51% possono fruire, nel corso di ogni anno, anche in maniera frazionata, di un congedo per cure per un periodo non superiore a 30 giorni in un anno solare.

Il congedo non rientra nel periodo di comporto, ma segue comunque il regime economico della malattia: il congedo viene retribuito secondo il regime economico delle assenze per malattia ai sensi dell’art. 17, comma 8, del CCNL/2007 e si applica, per i primi 10 giorni di malattia, la decurtazione prevista dall’art. 71 del Decreto Legge n. 112/2008.

La documentazione da presentare a scuola

Per fruire del congedo l’interessato deve presentare al datore di lavoro:

  • domanda con l’indicazione dei giorni di congedo che si intendono fruire;
  • richiesta del medico ASL o medico di base ovvero struttura sanitaria pubblica o convenzionata che attesti la “…necessità della cura in relazione all’infermità invalidante riconosciuta…” (art. 7, comma 2, d.lgs. n. 119/2011);
  • idonea documentazione che certifichi, al rientro in servizio, l’avvenuta sottoposizione alle cure (art. 7, comma 3, d.lgs. n. 119/2001): attestazione rilasciata dal sanitario o dalla struttura che ha eseguito la prestazione che indichi i giorni di sottoposizione alle cure. Quando si tratti di un ciclo di cure, cioè di un “unico” trattamento terapeutico comprensivo di prestazioni continuative protratte nel tempo, è possibile produrre anche una “attestazione cumulativa” dell’avvenuta effettuazione della cura (cioè, un’unica attestazione con indicazione dei singoli giorni in cui è stata erogata ciascuna prestazione).

Sabato, domeniche e festivi

L’art. 7, comma 3 del Decreto legislativo 119/2011 dispone che Il lavoratore è tenuto a documentare in maniera idonea l’avvenuta sottoposizione alle cure.

Ne consegue che i giorni utilizzati e certificati come “congedo per cure” vengono specificati nella documentazione medica che obbligatoriamente il dipendente deve, al rientro, consegnare al datore di lavoro.

Pertanto, se nella documentazione non sono compresi i giorni di sabato e domenica (o festivi), perché non si effettuano le terapie in dette giornate, quest’ultime si devono necessariamente  escludere dal calcolo dei trenta giorni complessivi di congedo.

Conclusioni

E’ bene precisare che il congedo di cui si tratta è un diritto del dipendente per cui il Dirigente non può decidere se accordarlo o meno, fermo restando ovviamente il controllo formale che presuppone tutto l’iter (come sopra descritto) affinché appunto il diritto possa essere riconosciuto.

La conclusione va quindi nel senso che non è un problema della collega che ci scrive la  (inesistente) questione posta da dirigente. Dico inesistente perché il supplente si può nominare eccome, al di là del fatto che il centro il sabato e la domenica sia chiuso. Anche perché nell’eventualità le cure proseguissero il lunedì successivo, al supplente verrebbe effettuata la proroga contrattuale ai sensi dell’art. 7 comma 4 del DM 131/07.

Per cui, stante il diritto riconosciuto invito la collega a produrre domanda senza altri pensieri.

L’articolo Stato patologico sotteso o connesso all’invalidità riconosciuta: quando spettano i 30 giorni per cure sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Docenti, enti certificatori lingue straniere. Elenco aggiornato al 10 febbraio 2020

Commenti disabilitati su Docenti, enti certificatori lingue straniere. Elenco aggiornato al 10 febbraio 2020

Mobilità ATA 2020, domande trasferimento e passaggio. Ecco quale prevale

Commenti disabilitati su Mobilità ATA 2020, domande trasferimento e passaggio. Ecco quale prevale

ATA-ITP ex Enti Locali: dopo decima sentenza CEDU è ora di adeguare gli stipendi

Commenti disabilitati su ATA-ITP ex Enti Locali: dopo decima sentenza CEDU è ora di adeguare gli stipendi

ATA: tutte le attività “extra” devono essere pagate come attività aggiuntive

Commenti disabilitati su ATA: tutte le attività “extra” devono essere pagate come attività aggiuntive

ATA 24 mesi, bando Piemonte non sarà pubblicato prima del 31 marzo

Commenti disabilitati su ATA 24 mesi, bando Piemonte non sarà pubblicato prima del 31 marzo

Didattica a distanza: nuova supplenza, proroga e conferma. Tre casi possibili

Commenti disabilitati su Didattica a distanza: nuova supplenza, proroga e conferma. Tre casi possibili

Sezioni primavera, Miur stanzia 9,9 milioni di euro

Commenti disabilitati su Sezioni primavera, Miur stanzia 9,9 milioni di euro

Graduatorie ad esaurimento, forse entro 3 luglio aggiornamento: scioglimento riserva, presentazione titolo sostegno, titoli riserva posti

Commenti disabilitati su Graduatorie ad esaurimento, forse entro 3 luglio aggiornamento: scioglimento riserva, presentazione titolo sostegno, titoli riserva posti

Aumenti stipendiali, tra 30 a 80 euro lordi dal 2020. E’ scritto nel DEF

Commenti disabilitati su Aumenti stipendiali, tra 30 a 80 euro lordi dal 2020. E’ scritto nel DEF

A scuola con badge per registrare ingressi e assenze

Commenti disabilitati su A scuola con badge per registrare ingressi e assenze

Tagli al sostegno, Ministro Locatelli: ci sono. Sgambato (PD), si intervenga

Commenti disabilitati su Tagli al sostegno, Ministro Locatelli: ci sono. Sgambato (PD), si intervenga

Credibilità scuola passa dall’abilità del dirigente scolastico. Lettera

Commenti disabilitati su Credibilità scuola passa dall’abilità del dirigente scolastico. Lettera

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti