Stabilità alla scuola non si dà bloccando i docenti per cinque anni. Lettera

Lettera

Stabilita’ e serenita’ non vogliono  dire soltanto  avere un contratto a tempo indeterminato, cosa per’ altro non proprio facile nella scuola, ma  soprattutto la possibilita’ di lavorare finalmente vicino al proprio luogo di residenza, ovvero vicino alle proprie famiglie.

Sono tanti i problemi che attanagliano la scuola, dalle classi pollaio, alla maleducazione imperante dei ragazzi, all’ ingerenza dei genitori, agli stipendi bassi ,agli edifici fatiscenti,  al fatto che non ci sia un sistema  unico e stabile di reclutamento degli insegnanti, etc; Ma per dare stabilita’ alla scuola  si pensa soltanto alla continuita’ didattica che rende ancora una volta la vita degli insegnanti difficile e piena di amarezza.

Ma come e’ possibile pensare di bloccare ad esempio per 5 anni coloro che sono stati immessi in ruolo a partire dal 1^ settembre 2019, a causa del famigerato DM 631 che ha creato un bel po di disagi, soprattutto ai primi in graduatoria delle grame 2018, che per via dei pochissimi posti disponibili hanno dovuto accettare delle sedi distanti centinaia di km dal proprio luogo di residenza.

Tale blocco e’ stato retroattivo rispetto al bando 2018 riservato agli abilitati, in piu’ chi ha avuto la fortuna di fare l anno di prova la scorso anno, puo’ gia’ quest’ anno chiedere la mobilita’, mentre la dove ci sono stati ritardi nella procedura del concorso e sono stati assunti quest’ anno, pur provenendo dallo stesso concorso e’ previsto tale blocco, che condanna  molti docenti, non piu’ giovani, a dover rinunciare per sempre di poter vivere e lavorare vicino ai propri cari.

Qui cari onorevoli della repubblica non avete neanche tentato di capire quali ripercussioni si celavano dietro tale provvedimento introdotto con la legge di stabilita’ del 30 dicembre 2018, noi docenti abilitati abbiamo il sacrosanto diritto di partecipare alla mobilta’ 2020; molti di noi la continuita’ didattica l’ abbiamo garantita per tanti anni da precari, spesso nella stessa scuola, io personalmente avevo i famosi 3 anni di servizio nel 2009, poi a causa  della chiusura delle GaE, ci sono voluti altri dieci anni per entrare in ruolo, ed ora assunto su un’ altra provincia non posso partecipare alla mobilita’ che mi darebbe la “possibilita’” finalmente a 46 anni di tornare a casa dopo una vita di sacrifici, anche perche’ tanti sono stati i pensionamenti quest’ anno e tanti c’ e’ ne saranno dal 1^ settembre prossimo anche per via di quota 100, sarebbe un’ autentica beffa se quei posti venissero occupati con i nuovi concorsi, anzi sarebbe inaccettabile; la continuita’ didattica potrebbe valere se un docente decide spontaneamente di andare in una determinata scuola, e poi perche’ la continuita’ didattica per quest’ anno non vale per chi proviene dalle GaE?

Per questo e per molti altri motivi, che ci sia per quest’ anno una deroga a tale vincolo, in attesa di un accordo con i sindacati che metta tutti d’ accordo, non si puo’ intervenire cosi’ da un anno all’ altro in questo modo determinando una sentenza pesantissima per molti di noi che per forza di cose saranno costretti a scegliere tra il lavoro e la famiglia quando sarebbe un sacrosanto diritto sancito dalla costituzione  salvaguardare entrambe le cose.

Mobilità, Ascani: blocco quinquennale è patto tra insegnanti e Stato per dare stabilità alla scuola

L’articolo Stabilità alla scuola non si dà bloccando i docenti per cinque anni. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Gissi (Cisl): Politici siate responsabili, mandare avanti il decreto precari; non gettare a mare il lavoro fatto

Commenti disabilitati su Gissi (Cisl): Politici siate responsabili, mandare avanti il decreto precari; non gettare a mare il lavoro fatto

Riapertura scuola 1 settembre, inizio lezioni il 14: scontro Regioni

Commenti disabilitati su Riapertura scuola 1 settembre, inizio lezioni il 14: scontro Regioni

Maturità, Ministero: confronto aperto, a giorni decisioni ufficiali

Commenti disabilitati su Maturità, Ministero: confronto aperto, a giorni decisioni ufficiali

Sindacati al Governo: dare attuazione all’intesa sul reclutamento

Commenti disabilitati su Sindacati al Governo: dare attuazione all’intesa sul reclutamento

Supplenza ATA: supplenza breve è comunque vincolante

Commenti disabilitati su Supplenza ATA: supplenza breve è comunque vincolante

Poco tempo per prepararsi al concorso, precari pronti a dimettersi dagli incarichi

Commenti disabilitati su Poco tempo per prepararsi al concorso, precari pronti a dimettersi dagli incarichi

Uso cellulari, Garante Privacy: possibile, ma le scuole possono regolamentare. E’ possibile sequestrarli?

Commenti disabilitati su Uso cellulari, Garante Privacy: possibile, ma le scuole possono regolamentare. E’ possibile sequestrarli?

Marin (FI): presentato un disegno di legge sulle scienze motorie alla primaria

Commenti disabilitati su Marin (FI): presentato un disegno di legge sulle scienze motorie alla primaria

Un concorso riservato per i docenti vicari, gli unici a conoscere veramente la scuola. Lettera

Commenti disabilitati su Un concorso riservato per i docenti vicari, gli unici a conoscere veramente la scuola. Lettera

Supplenze, scuola provincia Treviso cerca ingegnere per A040. Inviare MAD e curriculum

Commenti disabilitati su Supplenze, scuola provincia Treviso cerca ingegnere per A040. Inviare MAD e curriculum

Utilizzazione interprovinciale: quando è possibile presentare domanda

Commenti disabilitati su Utilizzazione interprovinciale: quando è possibile presentare domanda

Decreto scuola, Azzolina: lunedì 2 dicembre in Aula alla Camera. Provvedimento che mette ordine nel sistema scolastico

Commenti disabilitati su Decreto scuola, Azzolina: lunedì 2 dicembre in Aula alla Camera. Provvedimento che mette ordine nel sistema scolastico

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti