Spesa scuola diminuita del 9% dal 2010 al 2016

A rilevare come la cifra sia irrisoria è il quotidiano La Stampa che ha ripreso anche i dati del rapporto Ocse Pisa relativi al 2016-2017 con cui si certifica il livello dell’Italia fra i più bassi di spesa fra i paesi considerati e dunque sotto la media.

Non consoli il fatto che peggio dell’Italia siano Lituania, Irlanda, Repubblica Ceca, Lussemburgo e Russia.

La vera (preoccupante) notizia è il raffronto di quanto si è speso in Italia per Istruzione e Università nel 2016 rispetto al 2010: il 9% in meno.

Anche in un raffronto più remoto nel tempo il confronto risulta impietoso. Roberto Giovannini, l’autore dell’articolo, ha fatto i conti risalendo addirittura al 1995 e ha calcolato che in tutto questo tempo la spesa ad alunno per la scuola primaria e per i due gradi di secondaria è aumentata in termini reali solo dello 0,5%. In pratica, si tratta di niente.

Se a questo si aggiungono i dati sull’età (avanzata) dei docenti che secondo i calcoli dovrebbero portare l’Italia ad avere nei prossimi anni la quota più bassa di docenti fra i 24 e 35 anni e i dati sugli studenti che non studiano e non lavorano, il quadro diventa davvero preoccupante.

“Le dimissioni di Lorenzo Fioramonti – scrive Giovannini nel suo articolo – confermano le difficoltà dell’Italia a trovare nuovi investimenti per il comparto scuola, università e ricerca, che neanche il governo Conte bis è riuscito a trovare”.

In buona sostanza, di soldi nella finanziaria ce n’erano davvero pochi. Fioramonti aveva chiesto tre miliardi per la scuola e Giovannini ha fatto un elenco economico per verificare se effettivamente il decreto Fisco presentava quelle cifre. Se si considera il blocco dei tagli, i fondi stanziati per gli asili nido (2,5 miliardi per i comuni per aumentare i posti ma all’interno delle misure per le famiglie), l’aumento di qualche decina di milioni dei fondi di finanziamento e delle borse di studio e delle risorse preventivate nel decreto Fisco (più risorse per la sicurezza degli edifici anche dall’8xmille dal 2020), la cifra richiesta non era presente nella manovra.

Anche considerando la spesa che deriverà dai 50mila docenti che entreranno in ruolo con il concorso per la secondaria e i fondi destinati all’edilizia scolastica, nel 2020 la scuola assorbirà circa 2 miliardi di euro, senza lasciare risorse all’Università. Esattamente la cifra che circolava in maniera ufficiosa nei mesi di lavoro sulla Finanziaria.

L’articolo Spesa scuola diminuita del 9% dal 2010 al 2016 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Inseguire sogni, poesia dedicata agli alunni che hanno conseguito la licenza media

Commenti disabilitati su Inseguire sogni, poesia dedicata agli alunni che hanno conseguito la licenza media

Personale ATA: chi effettua l’apertura e la chiusura del laboratorio

Commenti disabilitati su Personale ATA: chi effettua l’apertura e la chiusura del laboratorio

Supplenze, in Sardegna previsti 700 contratti a tempo determinato

Commenti disabilitati su Supplenze, in Sardegna previsti 700 contratti a tempo determinato

ATA 24 mesi, assistente amministrativo con servizio può inserirsi anche nella graduatoria di Collaboratore Scolastico e ottenere da lì il ruolo

Commenti disabilitati su ATA 24 mesi, assistente amministrativo con servizio può inserirsi anche nella graduatoria di Collaboratore Scolastico e ottenere da lì il ruolo

Coronavirus, chiuse le scuole di Cremona per due settimane, presto direttive regionali

Commenti disabilitati su Coronavirus, chiuse le scuole di Cremona per due settimane, presto direttive regionali

Comitato Equoconcorso propone Azzolina sottosegretario all’Istruzione

Commenti disabilitati su Comitato Equoconcorso propone Azzolina sottosegretario all’Istruzione

Attività alternative all’IRC, vanno attivate anche in presenza di una sola richiesta. Lettera

Commenti disabilitati su Attività alternative all’IRC, vanno attivate anche in presenza di una sola richiesta. Lettera

Coronavirus, al via attività all’aperto e centri estivi per bimbi. Le regole: mascherine, distanziamento, misurazione febbre

Commenti disabilitati su Coronavirus, al via attività all’aperto e centri estivi per bimbi. Le regole: mascherine, distanziamento, misurazione febbre

Bullismo e cyberbullismo, come li individuo? Criteri

Commenti disabilitati su Bullismo e cyberbullismo, come li individuo? Criteri

Scuole chiuse fino al 13 di aprile, a dirlo il Ministro

Commenti disabilitati su Scuole chiuse fino al 13 di aprile, a dirlo il Ministro

Graduatorie di istituto, diplomati magistrale si iscrivono in seconda fascia

Commenti disabilitati su Graduatorie di istituto, diplomati magistrale si iscrivono in seconda fascia

Dopo periodo di prova, docenti e Ata hanno diritto ad accedere a mobilità. Lettera

Commenti disabilitati su Dopo periodo di prova, docenti e Ata hanno diritto ad accedere a mobilità. Lettera

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti