SOS storia e geografia tra le mura scolastiche. Lettera

Lettera

Per non parlare della geografia, disciplina in cui gli alunni ignorano confini, laghi, oceani (confondono gli oceani e i mari), i fiumi, i monti, non conoscono le capitali e le città più importanti di uno stato europeo e mondiale.

Un tempo si studiava la geografia con l’atlante e si obbligavano gli alunni a portarlo a scuola, oggi, invece usano Google Maps e non sanno nemmeno orientarsi nello spazio.

Nell’era della tecnologia orientarsi è facilissimo, ma non si ha la cognizione dello spazio e dell’orientamento. Sono queste le vere riforme che servono alla scuola: tutto il resto è palliativo o meglio un contorno vuoto di senso e di significato.

Torniamo ad insegnare la vera geografia, quella che ha fatto appassionare molti studenti, quando un tempo i ragazzi si appassionavano a questa disciplina mentre oggi è diventata la “cenerentola delle materie”, quella più bistrattata, quella messa all’angolo perché ritenuta insignificante.

È urgente tornare ad insistere molto sulle conoscenze e fare in modo che gli studenti allarghino il più possibile gli orizzonti del sapere.

È necessario farlo perché quando i nostri studenti affrontano una prova di cultura generale cadono inesorabilmente, perché, appunto, non possiedono le conoscenze di base di tutte le discipline.

Hanno delle nozioni sporadiche, frammentate e, spesso, nei questionari a risposta chiusa rispondono a caso, tentando di indovinare la risposta giusta.

Gli studenti devono essere consapevoli che tutte le tipologie di concorsi pubblici e privati prevedono una prova preselettiva di cultura generale per monitorare se lo studente possiede o meno quelle conoscenze minime generali di quanto ha appreso sui banchi di scuola.

E, invece, quando ci si imbatte nella correzione degli elaborati contenenti domande di cultura generale c’è veramente da mettersi le mani in testa, da restare sbalorditi, in quanto le risposte ivi contenute sono a dir poco assurde e denotano una superficialità e pochezza di saperi acquisiti.

È bene che la scuola prenda atto di questo e insista molto sulle conoscenze di base che gli alunni devono possedere al termine di ciascun ciclo d’istruzione. Si tratta di quelle conoscenze globali che lo studente potrà poi spendere nel mondo del lavoro che oggi è molto competitivo.

Solo quando avranno quel bagaglio di conoscenze che permetterà allo studente di muoversi nel mondo, possiamo parlare delle competenze da mettere in pratica.

Fatto sta che in tema di cultura generale c’è da interrogarsi e aprire un serio, costruttivo e approfondito dibattito perché il livello di conoscenze è veramente basso per cui c’è poco da scherzare e prendere la cosa sottogamba, perché in tutti i concorsi ci saranno sempre domande di cultura generale, cioè quel bagaglio di conoscenze che accompagna la persona nell’arco di tutta la sua vita.

L’articolo SOS storia e geografia tra le mura scolastiche. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Libano, migliaia di bambini rifugiati siriani minacciati da un piano di demolizione

Commenti disabilitati su Libano, migliaia di bambini rifugiati siriani minacciati da un piano di demolizione

Il «gene dei gay»? Non esiste. Conferma da mezzo milione di Dna

Commenti disabilitati su Il «gene dei gay»? Non esiste. Conferma da mezzo milione di Dna

Coronavirus, potremo tornare ad abbracciarci? Sì, ecco come

Commenti disabilitati su Coronavirus, potremo tornare ad abbracciarci? Sì, ecco come

Messico, la riforma del lavoro cerca di ristabilire i diritti sindacali in un Paese governato dai contratti padronali

Commenti disabilitati su Messico, la riforma del lavoro cerca di ristabilire i diritti sindacali in un Paese governato dai contratti padronali

Andare in pensione fa male alla salute. Ma è davvero così?

Commenti disabilitati su Andare in pensione fa male alla salute. Ma è davvero così?

A Osimo il nuovo centro della Lega del filo d’oro, dove chi ha perso tutto si riprende la vita

Commenti disabilitati su A Osimo il nuovo centro della Lega del filo d’oro, dove chi ha perso tutto si riprende la vita

“Servono badanti, aprire decreto flussi per 50 mila”: l’allarme della comunità di Sant’Egidio

Commenti disabilitati su “Servono badanti, aprire decreto flussi per 50 mila”: l’allarme della comunità di Sant’Egidio

Sul Corriere Salute: tumore del colon e il sangue occulto che fa chiarezza

Commenti disabilitati su Sul Corriere Salute: tumore del colon e il sangue occulto che fa chiarezza

Vaccini pediatrici, la Federazione nazionale dei medici dimentica i bambini danneggiati

Commenti disabilitati su Vaccini pediatrici, la Federazione nazionale dei medici dimentica i bambini danneggiati

Migranti musulmani, Covid-19, l’emergenza per i defunti: “Rimpatri bloccati, salme stipate in obitori”

Commenti disabilitati su Migranti musulmani, Covid-19, l’emergenza per i defunti: “Rimpatri bloccati, salme stipate in obitori”

Come sono le labbra perfette? Ecco le proporzioni ideali secondo la scienza

Commenti disabilitati su Come sono le labbra perfette? Ecco le proporzioni ideali secondo la scienza

‘Paradise Papers’. Apple, Nike, Whirlpool e i loro sistemi per sfuggire al fisco

Commenti disabilitati su ‘Paradise Papers’. Apple, Nike, Whirlpool e i loro sistemi per sfuggire al fisco

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti