Sollievo dalla confusione

Ovviamente, l’incertezza di chi smarrisce la fede porta a una profonda confusione. Egli crede di aver perduto il con­forto di qualsiasi convinzione. Non può raggiungere nean­che in minima parte la certezza del credente, dell’ agnostico e dell’ateo. È il più disorientato di tutti.

DODICI PASSI E DODICI TRADIZIONI, pag. 36

 

Il concetto di Dio è stato quello contro cui più ho lottato nei primi anni di sobrietà. Le immagini che mi giungeva­no evocate dal passato erano cariche di paura, rifiuto e condanna. Poi ho ascoltato che immagine del Potere Su­periore si era fatta il mio amico Ed: da piccolo gli era sta­to permesso di tenere una cucciolata, a patto che si assu­messe la responsabilità di averne cura. Ogni mattino tro­vava gli inevitabili “prodotti” dei cuccioli sul pavimento della cucina. Ed mi ha detto che, nonostante la frustrazio­ne, non riusciva ad arrabbiarsi perché “è quella la natura dei cuccioli”; era inoltre convinto che Dio considerava i nostri difetti e le nostre manchevolezze con simile calore e comprensione. Ho spesso trovato sollievo alla mia con­fusione nel tranquillizzante concetto che Ed ha di Dio.

Leggi Tutto

Fonte Riflessioni – Alcolisti Anonimi

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti