Sgambato (PD): alternanza da armonizzare con esigenze scuole e Pmi

“Per dare attuazione alle indicazioni europee dettate dalla strategia Europa 2020 per la diffusione di forme di apprendimento basato sul lavoro di alta qualità, la legge 107 ha introdotto negli istituti tecnici e professionali il vincolo delle 400 ore e di 200 ore nei percorsi liceali. In questo tipo di
scuola, al di là di poche istituzioni scolastiche che hanno sviluppato percorsi di grande qualità, la norma però ha provocato delle difficoltà, dovute anche alla errata convinzione, che gli studenti di tali percorsi non abbiano interesse, nell’immediato, a forme di orientamento al lavoro, ma
piuttosto a percorsi di orientamento universitario.

Queste scuole hanno organizzato i percorsi verso esperienze diverse da quelle aziendali, come quelle nel terzo settore, nelle istituzioni, nella PA, con ciò permettendo di sviluppare competenze di cittadinanza. Inoltre, abbiamo verificato negli anni che le buone pratiche sono provenienti in
maggior parte da scuole collocate in territori connotati da un forte tessuto imprenditoriale, che non hanno trovato grandi difficoltà a stringere legami con il mondo del lavoro e, quindi, ad attivare percorsi di qualità, alcuni dei quali sono stati pubblicati sul sito MIUR dedicato all’ASL.

Il punto cruciale è che, invece, in aziende di minori dimensioni, di cui è ricco il nostro Paese, si sono create purtroppo situazioni di criticità, dovute sia alla seria difficoltà di poter ospitare studenti in ambienti con pochi dipendenti, sia alla mancanza di fondi per il rimborso delle spese
sopportate in termini di costi e tempo dedicato alla formazione dei giovani.

Vi sono stati casi, pochi in verità, in cui le esperienze hanno condotto gli studenti in ambienti non consoni, a svolgere, in contrasto con la normativa vigente, compiti non adatti alle esigenze degli studenti. Ed allora abbiamo il dovere di venire incontro alle scuole in affanno e alle piccole imprese.

Lasciamo il numero di ore (minime obbligatorie, ferma restando l’autonomia delle scuole di prevederne di più) per lo svolgimento dei percorsi a 90 ore per i licei, a 150 ore per gli istituti tecnici e a 210 ore per gli istituti professionali, senza però, come invece aveva fatto la legge precedente, ridurre le risorse a disposizione delle scuole, per coprire così il più possibile i costi per l’organizzazione dei percorsi e garantirne la qualità, riconoscendo tra le spese ammissibili un gettone ai tutor aziendali.

La riduzione del monte ore permette inoltre alle scuole di progettare la durata dei percorsi anche in un’ottica pluriennale, se gli Organi Collegiali ne dovessero riscontrare la necessità, in coerenza con il PTOF.

È opportuno venire incontro alle scuole che hanno trovato maggiori difficoltà nella realizzazione dei percorsi di PTCO e costruire i percorsi (come ben indicano le linee guida di settembre) verso le competenze trasversali e nell’ottica dell’orientamento, prima ancora che di studio e di lavoro, del long life learning” ha dichiarato Camilla Sgambato.

L’articolo Sgambato (PD): alternanza da armonizzare con esigenze scuole e Pmi sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Assunzioni docenti 2019, ultimi nominati da GaE e concorsi. Aggiornato Venezia

Commenti disabilitati su Assunzioni docenti 2019, ultimi nominati da GaE e concorsi. Aggiornato Venezia

Coronavirus, preside alla ministra: “Non parli di esame ‘serio’ in una situazione così difficile come questa”

Commenti disabilitati su Coronavirus, preside alla ministra: “Non parli di esame ‘serio’ in una situazione così difficile come questa”

Preside a maturandi: no prolungamento attività didattica a giugno, Ministero dovrà tenere conto di ciò che si è fatto

Commenti disabilitati su Preside a maturandi: no prolungamento attività didattica a giugno, Ministero dovrà tenere conto di ciò che si è fatto

M5S: Senato ha approvato abolizione chiamata diretta

Commenti disabilitati su M5S: Senato ha approvato abolizione chiamata diretta

Inclusione a scuola è anche questione di parole. Non c’è l’alunno “diversamente abile” ma “con disabilità”

Commenti disabilitati su Inclusione a scuola è anche questione di parole. Non c’è l’alunno “diversamente abile” ma “con disabilità”

Concorso 2018. FIT per l’insegnamento: dottorati chiedono 1.000 euro per primo e secondo anno e valorizzazione titolo

Commenti disabilitati su Concorso 2018. FIT per l’insegnamento: dottorati chiedono 1.000 euro per primo e secondo anno e valorizzazione titolo

Scrutini finali: non ci sarà “sei politico”, insufficienze compariranno nel documento di valutazione. Si potrà bocciare solo in due casi

Commenti disabilitati su Scrutini finali: non ci sarà “sei politico”, insufficienze compariranno nel documento di valutazione. Si potrà bocciare solo in due casi

Assunzione precari con doppio canale: graduatorie e concorsi per titoli. Lettera

Commenti disabilitati su Assunzione precari con doppio canale: graduatorie e concorsi per titoli. Lettera

NoiPA, è ora disponibile l’App IO, scaricabile da store Android e iOS

Commenti disabilitati su NoiPA, è ora disponibile l’App IO, scaricabile da store Android e iOS

Bonus 500 euro: somme residue accreditate entro ottobre, insegnanti costretti ad attendere per pagare i corsi

Commenti disabilitati su Bonus 500 euro: somme residue accreditate entro ottobre, insegnanti costretti ad attendere per pagare i corsi

Coronavirus, nuova stretta: testo del Decreto. Chi potrà lavorare e chi no

Commenti disabilitati su Coronavirus, nuova stretta: testo del Decreto. Chi potrà lavorare e chi no

Docenti senza entusiasmo, precari “a vita” e con stipendi bassi. Dati OCSE

Commenti disabilitati su Docenti senza entusiasmo, precari “a vita” e con stipendi bassi. Dati OCSE

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti