Servendo il mio fratello

II membro non parla al nuovo venuto con uno spirito di po­tere ma in umiltà e debolezza.

A.A. DIVENTA ADULTA, pag. 328

Col passare dei giorni in A.A., chiedo a Dio di guidare i miei pensieri e le mie parole. In questo impegno di conti­nua partecipazione alle attività dell’associazione ho nu­merose opportunità di parlare, per cui chiedo spesso a Dio di aiutarmi a fare attenzione che i miei pensieri e le mie parole siano ispirati in modo puro e coerente al no­stro Programma. Gli chiedo che le mie aspirazioni siano ancora una volta dirette alla ricerca della Sua guida; di aiutarmi a essere davvero gentile, pieno di amore e desi­derio di essere d’aiuto e utile a guarire: e tuttavia sempre pieno di umiltà e libero da ogni traccia di arroganza.

Anche oggi potrei benissimo ricadere in pensieri e at­teggiamenti incresciosi, tipici dell’alcolista ancora alle prese col problema. Se ciò dovesse accadere, mi rivolge­ rei a Dio per essere in grado di reagire con compostezza, forza e sensibilità.

Leggi Tutto

Fonte Riflessioni – Alcolisti Anonimi

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

daniela

Related Posts

Viverla

Commenti disabilitati su Viverla

Prima le basi

Commenti disabilitati su Prima le basi

I rischi della pubblicità

Commenti disabilitati su I rischi della pubblicità

Un giardino d’infanzia spirituale

Commenti disabilitati su Un giardino d’infanzia spirituale

Crescere

Commenti disabilitati su Crescere

Riparare i danni

Commenti disabilitati su Riparare i danni

Spinti

Commenti disabilitati su Spinti

Risolvere i problemi

Commenti disabilitati su Risolvere i problemi

Esperienza: la miglior maestra

Commenti disabilitati su Esperienza: la miglior maestra

Il mio inventario, non il tuo

Commenti disabilitati su Il mio inventario, non il tuo

Protezione per tutti

Commenti disabilitati su Protezione per tutti

Un’avventura individuale

Commenti disabilitati su Un’avventura individuale

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti