Seguire la corrente

Abbiamo cercato attraverso la preghiera e la meditazione di migliorare il nostro contatto cosciente con Dio, come noi potemmo concepirLo …

DODICI PASSI E DODICI TRADIZIONI, pag. 139

 

Le prime parole che dico la mattina quando mi alzo sono: “Dio, mi sveglio per fare la Tua volontà”. Questa è la preghiera più corta che conosca ed è profondamente radi­cata in me. La preghiera non cambia l’atteggiamento di Dio verso di me, cambia il mio nei Suoi confronti. Quan­to alla meditazione, essa è distinta dalla preghiera: è un momento di calma e silenzio. Concentrarsi significa es­sere fisicamente rilassati, emotivamente calmi, mental­mente attivi e spiritualmente consapevoli.

Un modo per tenere aperta la comunicazione con Dio e migliorare il mio contatto cosciente con Lui è mantene­re un atteggiamento di gratitudine. Nei giorni in cui sono più grato sembrano accadermi cose belle. Nel momento in cui comincio a maledire qualcosa della vita, invece, il flusso positivo si interrompe. Non è Dio ad averlo inter­rotto: è stata la mia negatività.

Leggi Tutto

Fonte Riflessioni – Alcolisti Anonimi

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti