Se serve, perché non trasformare un ospedale nel set di “Guerre Stellari”?

Thomas ha 15 anni e un ritardo cognitivo dai tratti autistici. Ha ormai da molto tempo un tremendo mal di denti, ma della sedia del dentista non vuole assolutamente saperne. Scoperta la sua passione per la saga di “Guerre Stellari”, l’équipe di Odontoiatria dell’Ospedale di Piove di Sacco (Padova) lo convince a farsi curare, “trasformando” l’Ospedale in un’astronave. La vicenda potrà anche strappare qualche sorriso, ma invece racconta qualcosa di molto serio e importante, ovvero la necessità di iniziare a pensare al diritto alle cure per tutte le persone con disabilità come ad una priorità

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti