Scuola deve tornare alla funzione educante e non correre dietro alle mode del momento. Lettera

L’autonomia scolastica ha, di fatto decretato l’abdicazione della scuola ad altri ruoli, non più a quello di essere il luogo per eccellenza della cultura, della formazione e dell’educazione delle nuove generazioni.

La scuola deve credere in se stessa, deve tornare alla sua funzione formante ed educante e non correre dietro alle mille mode culturali del momento e dietro a progetti e sperimentazioni mirabolanti che non fanno altro che distogliere lo sguardo dall’eccessivo degrado culturale in cui la scuola è sprofondata.

Nella scuola dell’autonomia si è dato ampio spazio ad una sorta di ipermercato dell’istruzione, che non fa altro che allontanare gli studenti dagli standard formativi che servono agli studenti stessi.

Essi devono essere in grado di aver acquisito le quattro abilità di base, di avere un domani, al termine della scuola superiore e dell’Università, gli strumenti necessari per sapersi orientare nel mondo del lavoro. Invece la scuola dell’autonomia ha creato solo una sanguinosa “guerra” tra le istituzioni scolastiche che corrono dietro ai progetti che creano business più che ai bisogni reali, veri ed autentici degli studenti.

Il PTOF delle scuole altro non è diventato che un calderone pieno di iniziative, progetti di tutte le specie e fatture, che deve presentare ciò che la scuola fa e vuole fare, con idee scintillanti e spesso lontane dagli obiettivi che gli studenti devono raggiungere per superare brillantemente un concorso e poi cercare di entrare nel mondo delle professioni.

L’autonomia ha generato la frantumazione dell’istruzione, la parcellizzazione del sapere disciplinare, trasformandola in un’istruzione ideologizzata, una scatola piena di cose da realizzare ma poco concrete e aderenti alla “vera” realtà scolastica.

Si è andata realizzando, insomma (nei meandri più reconditi del verbo dell’autonomia scolastica) un’aziendalizzazione nascosta dell’istruzione in nome di un dio che attrae molto e fa aprire gli occhi anche ai non vedenti: il denaro.

L’articolo Scuola deve tornare alla funzione educante e non correre dietro alle mode del momento. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Coronavirus, ATA: cosa è previsto per ogni profilo e per le ferie. Scheda tecnica UIL Scuola

Commenti disabilitati su Coronavirus, ATA: cosa è previsto per ogni profilo e per le ferie. Scheda tecnica UIL Scuola

Mobilità ATA 2019/2020: tutte le dichiarazioni da allegare alla domanda

Commenti disabilitati su Mobilità ATA 2019/2020: tutte le dichiarazioni da allegare alla domanda

PSI: la scuola ha bisogno di cambiamenti coraggiosi e risorse!

Commenti disabilitati su PSI: la scuola ha bisogno di cambiamenti coraggiosi e risorse!

Nuovi percorsi abilitanti, ci sarà un tavolo tecnico. Parteciperanno anche i rappresentanti dei docenti

Commenti disabilitati su Nuovi percorsi abilitanti, ci sarà un tavolo tecnico. Parteciperanno anche i rappresentanti dei docenti

Reddito cittadinanza, ad oggi presentate più di 900mila domande. Dati per Regione

Commenti disabilitati su Reddito cittadinanza, ad oggi presentate più di 900mila domande. Dati per Regione

D.M. 631/18: quando un decreto ministeriale è contrario alla legge

Commenti disabilitati su D.M. 631/18: quando un decreto ministeriale è contrario alla legge

Un “Piano Calamandrei” per la scuola post Covid-19. Lettera

Commenti disabilitati su Un “Piano Calamandrei” per la scuola post Covid-19. Lettera

Concorso straordinario: miriade di ricorsi renderanno la situazione ingestibile. Lettera

Commenti disabilitati su Concorso straordinario: miriade di ricorsi renderanno la situazione ingestibile. Lettera

DSGA facenti funzione indispensabili alle scuole. Lettera

Commenti disabilitati su DSGA facenti funzione indispensabili alle scuole. Lettera

Turi (UIL): si faccia in fretta ad assumere i precari con un concorso per soli titoli

Commenti disabilitati su Turi (UIL): si faccia in fretta ad assumere i precari con un concorso per soli titoli

ATA 24 mesi, assistente amministrativo con servizio può inserirsi anche nella graduatoria di Collaboratore Scolastico e ottenere da lì il ruolo

Commenti disabilitati su ATA 24 mesi, assistente amministrativo con servizio può inserirsi anche nella graduatoria di Collaboratore Scolastico e ottenere da lì il ruolo

Esame di Stato studenti con BES non certificati: no a misura dispensative, solo compensative contenute nel PDP

Commenti disabilitati su Esame di Stato studenti con BES non certificati: no a misura dispensative, solo compensative contenute nel PDP

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti