Sclerosi multipla, scoperto biomarcatore per stabilire in tempi rapidi i diversi tipi della malattia

Sclerosi multipla, scoperto biomarcatore per stabilire in tempi rapidi i diversi tipi della malattia

Commenti disabilitati su Sclerosi multipla, scoperto biomarcatore per stabilire in tempi rapidi i diversi tipi della malattia

Lo scorso ottobre erano stati gli scienziati italiani a individuare un potenziale biomarcatore per la sclerosi multipla. Ora dall’Australia arriva la notizia che i ricercatori della Macquarie University di Sydney hanno individuato nel sangue un biomarcatore della sclerosi multipla, che potrà essere utilizzato in un semplice test. Il biomarker potrà infatti consentire ai medici di stabilire di quale tipo di SM soffra il paziente, con grande precisione e in tempi rapidi. La ricerca, guidata da Edwin Lim e Gilles Guillemin della Macquarie University di Sydney, è riportata nell’ultimo numero di Scientific Reports, la rivista di ricerca del gruppo Nature.

È descritta come uno dei progressi più significativi nel comprendere la malattia. Permetterà in modo semplice e accurato di eseguire una prognosi dei tre tipi di SM e di adattare il trattamento al paziente. La sclerosi multipla, di cui soffrono nel mondo 2,3 milioni di persone, è la malattia neurologica più comune. Colpisce i giovani adulti ed è causata da lesioni alla mielina, la guaina protettiva che circonda le fibre dei nervi nel sistema nervoso centrale. La lesione interferisce con i messaggi dal cervello al corpo, con risultati spesso imprevedibili. Diversi pazienti subiscono sintomi differenti, che per alcuni peggiorano progressivamente mentre per altri si alternano fra ricadute e remissione.

Il biomarker potrà aiutare i medici a stabilire di quale tipo di SM soffra il paziente, con una precisione dell’80-90% e possibilmente entro 24 ore – sostengono i due ricercatori. “Stiamo entrando in un’era di medicina personalizzata e di terapie personalizzate. Questa scoperta permetterà di sviluppare trattamenti individuali in tempi rapidi e il tempo veramente conta, nella SM”.

L’articolo su Nature

L’articolo Sclerosi multipla, scoperto biomarcatore per stabilire in tempi rapidi i diversi tipi della malattia proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

Sonda Cassini, ecco le prime foto di Saturno: il pianeta con gli anelli mai visto così da vicino

Commenti disabilitati su Sonda Cassini, ecco le prime foto di Saturno: il pianeta con gli anelli mai visto così da vicino

Terremoto Centro Italia, controlli su dighe. Esperto: “Campotosto diverso da Vajont. Svuotarlo? Potrebbe essere rischioso”

Commenti disabilitati su Terremoto Centro Italia, controlli su dighe. Esperto: “Campotosto diverso da Vajont. Svuotarlo? Potrebbe essere rischioso”

Esplosioni sulla superficie del Sole. Energia equivalente a 10 milioni di bombe atomiche: le immagini NASA

Commenti disabilitati su Esplosioni sulla superficie del Sole. Energia equivalente a 10 milioni di bombe atomiche: le immagini NASA

Gatti conquistatori del mondo, su Nature e Science l’impero che dura da 9000 anni

Commenti disabilitati su Gatti conquistatori del mondo, su Nature e Science l’impero che dura da 9000 anni

Sclerosi multipla, “autotrapianto di cellule staminali può fermare progressione malattia in alcuni casi”

Commenti disabilitati su Sclerosi multipla, “autotrapianto di cellule staminali può fermare progressione malattia in alcuni casi”

Terre gemelle, la scoperta degli esopianeti e la speranza di trovare vita su altri mondi. Nasa: “Laboratorio straordinario”

Commenti disabilitati su Terre gemelle, la scoperta degli esopianeti e la speranza di trovare vita su altri mondi. Nasa: “Laboratorio straordinario”

Cuore umano in miniatura grazie a quello di un topo. “Potrebbe rivoluzionare i trapianti umani”

Commenti disabilitati su Cuore umano in miniatura grazie a quello di un topo. “Potrebbe rivoluzionare i trapianti umani”

Anche gli atomi “obbediscono” a gravità come nell’esperimento di Galileo

Commenti disabilitati su Anche gli atomi “obbediscono” a gravità come nell’esperimento di Galileo

Antibiotici, molecola “disinnesca” l’enzima che produce resistenza

Commenti disabilitati su Antibiotici, molecola “disinnesca” l’enzima che produce resistenza

Obesity day, “il 49% degli italiani segue una dieta. Ma sei milioni sono obesi”

Commenti disabilitati su Obesity day, “il 49% degli italiani segue una dieta. Ma sei milioni sono obesi”

Insonnia, “in gruppo di neuroni poco studiati la strada per future terapie”

Commenti disabilitati su Insonnia, “in gruppo di neuroni poco studiati la strada per future terapie”

Studio Usa: “Cecità temporanea se si usa smartphone al buio con un occhio solo”

Commenti disabilitati su Studio Usa: “Cecità temporanea se si usa smartphone al buio con un occhio solo”

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti