Roma – L’estate degli sgomberi

“In Italia ci sentiamo in carcere. Abbiamo documenti regolari ma non possiamo andare in altri paesi”, si sentiva dal megafono durante il corteo. E, ancora, “Sui giornali insinuano che noi pagavamo un…

[leggi tutto sul sito]

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti