Rita: quando si può andare in pensione a 57 anni e quando ne servono 62

Pensione RITA

“Salve, sono alla soglia dei 60 anni e negli ultimi 15 ho lavorato presso una scuola di lingue che però ora ha cambiato sede purtroppo. Resto quindi senza lavoro e mi chiedo se ho la possibilità di aderire alla pensione integrativa tramite Rita o se devo aspettare i 62 anni per l’uscita quota 100”

La Rita è una misura strutturale che prevede la possibilità di ricevere una rendita integrativa per l’accesso alla pensione anticipata (erogata dal fondo di appartenenza).  Il requisito anagrafico per la Rita è fissato a 5 anni dalla pensione di vecchiaia. In altre parole oggi, per ricevere la Rita, bisogna avere 62 anni (e almeno 20 anni di versamenti Inps e 5 anni di adesione al fondo). Uno sgravio sul contributo dell’età è ammesso per chi è disoccupato da almeno due anni. In tal caso saranno sufficienti 57 anni per la pensione, o più precisamente dieci anni dalla pensione di vecchiaia. Non è quindi il caso della lettrice che ci ha scritto e che ha appena perso il lavoro (e che quindi dovrà aspettare il perfezionamento dei 62 anni, stessa età che serve per l’uscita quota 100).

L’articolo Rita: quando si può andare in pensione a 57 anni e quando ne servono 62 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Coronavirus: 30 psicologi e e 40 operatori medicospecialisti a supporto di docenti e famiglie per conseguenze emotive e psicologiche

Commenti disabilitati su Coronavirus: 30 psicologi e e 40 operatori medicospecialisti a supporto di docenti e famiglie per conseguenze emotive e psicologiche

Giornata contro violenza sulle donne, Flc Cgil: il 25 novembre in piazza a sostegno della manifestazione nazionale

Commenti disabilitati su Giornata contro violenza sulle donne, Flc Cgil: il 25 novembre in piazza a sostegno della manifestazione nazionale

Diplomati magistrale in GaE. D’Onghia “Va verificata la preparazione con un corso di formazione”

Commenti disabilitati su Diplomati magistrale in GaE. D’Onghia “Va verificata la preparazione con un corso di formazione”

Graduatorie di istituto, scelta scuole I fascia dal 15 luglio. Cosa fare

Commenti disabilitati su Graduatorie di istituto, scelta scuole I fascia dal 15 luglio. Cosa fare

Decreto scuola, via libera. Il Comunicato del Ministero con i provvidimenti

Commenti disabilitati su Decreto scuola, via libera. Il Comunicato del Ministero con i provvidimenti

La “nuova Scuola Digitale”, da problema a opportunità. Corso/Webinar con iscrizione e partecipazione gratuita

Commenti disabilitati su La “nuova Scuola Digitale”, da problema a opportunità. Corso/Webinar con iscrizione e partecipazione gratuita

Ascani: ultimo giorno di scuola all’aperto, un errore non farlo

Commenti disabilitati su Ascani: ultimo giorno di scuola all’aperto, un errore non farlo

Incontro sindacati-Azzolina salta, rischio ritardi bandi concorso straordinario e ordinario. Tempi assunzioni

Commenti disabilitati su Incontro sindacati-Azzolina salta, rischio ritardi bandi concorso straordinario e ordinario. Tempi assunzioni

Le PEC inevase delle scuole e le mancate risposte…Lettera

Commenti disabilitati su Le PEC inevase delle scuole e le mancate risposte…Lettera

MI/AGIA, miniguida per docenti su didattica a distanza e diritti

Commenti disabilitati su MI/AGIA, miniguida per docenti su didattica a distanza e diritti

Esiste un diritto ad essere promossi, nonostante il numero elevato di assenze? Sentenze

Commenti disabilitati su Esiste un diritto ad essere promossi, nonostante il numero elevato di assenze? Sentenze

NeoDirigenti con la valigia: qualcuno già pronto a rifiutare incarico, qualcun altro si organizza

Commenti disabilitati su NeoDirigenti con la valigia: qualcuno già pronto a rifiutare incarico, qualcun altro si organizza

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti