Riforma sostegno, PEI: elaborazione e approvazione, caratteristiche e tempistica. Quale modello

Riforma sostegno

Il decreto di revisione del D.lgs. n. 66/2017, recante norme in materia di inclusione scolastica degli studenti con disabilità e attuativo della legge 107/15, è stato approvato in via definitiva.

Vediamo, come detto all’inizio, chi elabora e approva il Piano Educativo Individualizzato e cosa contiene lo stesso.

Scarica il testo del Decreto

Elaborazione e approvazione

Il Piano Educativo Individualizzato è elaborato e approvato dal Gruppo di Lavoro Operativo per l’inclusione.

Per la composizione e i compiti del predetto Gruppo leggi Riforma sostegno, gruppi inclusione scolastica: GLIR, GIT, GLI e GLHO. Quali compiti

Caratteristiche

Il PEI:

  • tiene conto dell’accertamento della condizione di disabilità in età evolutiva ai fini dell’inclusione scolastica  e del Profilo di funzionamento, avendo particolare riguardo all’indicazione dei facilitatori e delle barriere, secondo la prospettiva bio-psico-sociale alla base della classificazione ICF dell’OMS;
  • individua obiettivi educativi e didattici, strumenti, strategie e modalità per realizzare un ambiente di apprendimento nelle dimensioni della relazione, della socializzazione, della comunicazione, dell’interazione, dell’orientamento e delle autonomie, anche sulla base degli interventi di corresponsabilità educativa intrapresi dall’intera comunità scolastica per il soddisfacimento dei bisogni educativi individuati;
  • esplicita le modalità di sostegno didattico, compresa la proposta del numero di ore di sostegno alla classe, le modalità di verifica, i criteri di valutazione, gli interventi di inclusione svolti dal personale docente nell’ambito della classe e in progetti specifici, la valutazione in relazione alla programmazione individualizzata, nonché gli interventi di assistenza igienica e di base, svolti dal personale ausiliario nell’ambito del plesso scolastico e la proposta delle risorse professionali da destinare all’assistenza, all’autonomia e alla comunicazione,  secondo le modalità attuative e gli standard qualitativi previsti dall’accordo di cui al comma 5-bis dell’articolo 3 (Accordo in sede di Conferenza Unificata, da perfezionare entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, sono definite le modalità attuative degli interventi e dei servizi di cui alle lettere a), b), c) del comma 5, ivi comprese le modalità e le sedi per l’individuazione e l’indicazione, nei limiti delle risorse disponibili, del fabbisogno di servizi, delle strutture e delle risorse professionali, nonché gli standard qualitativi relativi alle predette lettere);
  • definisce gli strumenti per l’effettivo svolgimento dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, assicurando la partecipazione dei soggetti coinvolti nel progetto di inclusione;
  • indica le modalità di coordinamento degli interventi ivi previsti e la loro interazione con il Progetto individuale;
  • è soggetto a verifiche periodiche nel corso dell’anno scolastico al fine di accertare il raggiungimento degli obiettivi e apportare eventuali modifiche ed integrazioni.

Tempistica

Il Piano è redatto in via provvisoria entro giugno e in via definitiva, di norma, non oltre il mese di ottobre, tenendo conto degli elementi previsti nel decreto ministeriale di cui al comma 2-ter (articolo 7 del decreto), che così dispone:

Con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottare entro
sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione,
sono definite le modalità, anche tenuto conto dell’accertamento di cui
all’articolo 4 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, per l’assegnazione delle
misure di sostegno di cui al presente articolo e il modello di PEI, da adottare
da parte delle istituzioni scolastiche.”

Il PEI è redatto a partire dalla scuola dell’infanzia ed è aggiornato in presenza di nuove e sopravvenute condizioni di funzionamento della persona.

Nel passaggio tra i gradi di istruzione, è assicurata l’interlocuzione tra i docenti della scuola di provenienza e quelli della scuola di destinazione.

Nel caso di trasferimento di iscrizione è garantita l’interlocuzione tra le istituzioni scolastiche interessate e il Piano è ridefinito sulla base delle eventuali diverse condizioni contestuali della scuola di destinazione.

Modello

Con il succitato decreto Miur, previsto dall’articolo 7, comma 2 ter, del decreto in esame, sarà definito il modello di PEI che le scuole dovranno adottare.

Scarica il testo del Decreto

Leggi anche:

L’articolo Riforma sostegno, PEI: elaborazione e approvazione, caratteristiche e tempistica. Quale modello sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Sostegno – Handicap – Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Bimbi hanno meno “amici immaginari” per utilizzo dispositivi elettronici

Commenti disabilitati su Bimbi hanno meno “amici immaginari” per utilizzo dispositivi elettronici

Test TFA sostegno umiliante, sarebbero gradite delle scuse. Lettera

Commenti disabilitati su Test TFA sostegno umiliante, sarebbero gradite delle scuse. Lettera

Coronavirus, Gissi (CISL): assumere precari di lungo corso, difficile ora fare concorsi

Commenti disabilitati su Coronavirus, Gissi (CISL): assumere precari di lungo corso, difficile ora fare concorsi

Prove Invalsi, esempi di domande di inglese per le quinte classi scuola secondaria

Commenti disabilitati su Prove Invalsi, esempi di domande di inglese per le quinte classi scuola secondaria

Picco influenza, pediatri a genitori: non abbiate fretta di mandare figli a scuola

Commenti disabilitati su Picco influenza, pediatri a genitori: non abbiate fretta di mandare figli a scuola

Didattica a distanza, fa irruzione durante video lezione e compie atti osceni: bimbi sotto choc

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, fa irruzione durante video lezione e compie atti osceni: bimbi sotto choc

Bullismo e cyberbullismo, progetto Generazioni Connesse. Iscrizioni dal 2 ottobre

Commenti disabilitati su Bullismo e cyberbullismo, progetto Generazioni Connesse. Iscrizioni dal 2 ottobre

Scuole non statali domani in sciopero, la politica si divide sui nuovi finanziamenti richiesti

Commenti disabilitati su Scuole non statali domani in sciopero, la politica si divide sui nuovi finanziamenti richiesti

Precari III fascia: chiediamo PAS sostegno. Lettera

Commenti disabilitati su Precari III fascia: chiediamo PAS sostegno. Lettera

PON 2014-20, motivi per cui è possibile chiedere proroga progetti. Richieste dal 20 maggio al 29 giugno

Commenti disabilitati su PON 2014-20, motivi per cui è possibile chiedere proroga progetti. Richieste dal 20 maggio al 29 giugno

Decreto scuola, ancora da votare 59 emendamenti e 65 odg. Attesa per concorso straordinario, segui la diretta

Commenti disabilitati su Decreto scuola, ancora da votare 59 emendamenti e 65 odg. Attesa per concorso straordinario, segui la diretta

Concorso DSGA: quali i titoli di accesso e la deroga per assistenti amministrativi

Commenti disabilitati su Concorso DSGA: quali i titoli di accesso e la deroga per assistenti amministrativi

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti