Riforma sostegno, continuità didattica garantita anche dai supplenti. Ecco come

Inclusione, approvato il decreto in via definitiva. Al via i piani didattici personalizzati

Tra le novità del decreto dovrebbe essere confermata la misura che prevede la conferma del supplente al fine di garantire la continuità didattica degli studenti con disabilità.

Conferma supplente

Il novellato D.lgs. 66/2017 prevede che al docente con contratto a tempo determinato possa essere proposta la conferma per l’anno scolastico successivo, qualora ricorrano le condizioni di seguito riportate:

  • il docente sia in possesso del titolo di specializzazione;
  • sia stato valutato, da parte del dirigente, l’interesse della bambina o del bambino, dell’alunna o dell’alunno, della studentessa o dello studente;
  • sia stata valutata, da parte del dirigente, l’eventuale richiesta della famiglia;
  • fermo restando la disponibilità dei posti e le operazioni relative al personale a tempo indeterminato.

Decreto Miur

Le modalità attuative di quanto detto sopra saranno definite con apposito decreto del Miur, apportando anche le necessarie modificazioni al regolamento sulle supplenze, ossia il DM 13 giugno 2007, n. 131.

No spostamenti dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico

Al fine di garantire la continuità didattica durante l’anno scolastico, è prevista inoltre l’applicazione di quanto previsto dall’articolo 461 del D.lgs. 297/94:

 1. Non si dà luogo a spostamenti di personale dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico, anche se riguardano movimenti limitati all’anno scolastico medesimo e anche se concernenti personale delle dotazioni organiche aggiuntive.
2. I provvedimenti che comportino movimenti di personale già in attività di insegnamento, adottati dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico, salvi gli effetti giuridici, sono eseguiti, per quanto riguarda il raggiungimento della nuova sede, dopo l’inizio dell’anno scolastico successivo.

Dunque:

– Non possono essere disposti spostamenti di personale dopo venti giorni dall’inizio dell’anno scolastico;

– qualora il provvedimento, che comporti lo spostamento di personale già in attività di insegnamento, venga adottato dopo il ventesimo giorno dall’inizio dell’anno scolastico, il raggiungimento della nuova sede avverrà dopo l’inizio dell’anno scolastico successivo.

L’articolo Riforma sostegno, continuità didattica garantita anche dai supplenti. Ecco come sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Sostegno – Handicap – Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Fondo MOF 2019/20, ore eccedenti: quanto spetta a ciascuna scuola

Commenti disabilitati su Fondo MOF 2019/20, ore eccedenti: quanto spetta a ciascuna scuola

Bullismo, c’è chi lo combatte con i corsi di yoga in classe

Commenti disabilitati su Bullismo, c’è chi lo combatte con i corsi di yoga in classe

Diploma magistrale. Impatto sentenza anche con sentenze passate in giudicato, docenti in ruolo o in GaE a pieno titolo? Lettera

Commenti disabilitati su Diploma magistrale. Impatto sentenza anche con sentenze passate in giudicato, docenti in ruolo o in GaE a pieno titolo? Lettera

Gabriella Agrusti (Università Lumsa) La filosofia con i bambini, nuovo modo di fare scuola

Commenti disabilitati su Gabriella Agrusti (Università Lumsa) La filosofia con i bambini, nuovo modo di fare scuola

Coronavirus, Sasso (Lega): no concorsi, si assunzioni 100mila precari

Commenti disabilitati su Coronavirus, Sasso (Lega): no concorsi, si assunzioni 100mila precari

Dirigente convoca scrutini in presenza, la normativa lo vieta

Commenti disabilitati su Dirigente convoca scrutini in presenza, la normativa lo vieta

ATA III fascia: convalida del punteggio dopo 7 mesi, supplenze perse

Commenti disabilitati su ATA III fascia: convalida del punteggio dopo 7 mesi, supplenze perse

Didattica a distanza, possibili interrogazioni e verifiche scritte. Lettera

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, possibili interrogazioni e verifiche scritte. Lettera

Graduatorie ad esaurimento, chi può chiedere ricalcolo servizio già dichiarato. Un esempio

Commenti disabilitati su Graduatorie ad esaurimento, chi può chiedere ricalcolo servizio già dichiarato. Un esempio

Il 50% degli studenti con disabilità frequenta un istituto professionale, precario il 40% degli insegnanti

Commenti disabilitati su Il 50% degli studenti con disabilità frequenta un istituto professionale, precario il 40% degli insegnanti

Ata 24 mesi, Tar Lazio dà ragione ad Anief su riconoscimento punteggio per servizio paritarie

Commenti disabilitati su Ata 24 mesi, Tar Lazio dà ragione ad Anief su riconoscimento punteggio per servizio paritarie

Domanda di disoccupazione NASPI, tempistiche e requisiti

Commenti disabilitati su Domanda di disoccupazione NASPI, tempistiche e requisiti

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti