Rebecca, che non si fa intimidire da chi la deride per la sua Malattia Rara

«Grazie al lato positivo del web, sono entrata in contatto con altri ragazzi e ragazze che seguono il mio profilo, e ci sentiamo meno soli. Il lato negativo, invece, è che proprio sui social mi hanno pesantemente offeso. Fa male, ma poi impari e devi sempre rialzarti!»: a dirlo è Rebecca, 13 anni, vittima di cyberbullismo, centrato sulla sua Malattia Rara, ma che ha denunciato chi l’aveva presa di mira e ha raccontato il fatto in televisione. «Il suo coraggio e la sua determinazione – dicono dall’Associazione Sindrome di Sturge Weber Italia – sono un grande insegnamento»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Quando la vita indipendente diventa realtà

Commenti disabilitati su Quando la vita indipendente diventa realtà

Le persone con disabilità e il diritto all’eleganza

Commenti disabilitati su Le persone con disabilità e il diritto all’eleganza

La riabilitazione che passa dall’alleanza tra operatori, pazienti e familiari

Commenti disabilitati su La riabilitazione che passa dall’alleanza tra operatori, pazienti e familiari

Esperti in tutela dei diritti delle persone con disabilità

Commenti disabilitati su Esperti in tutela dei diritti delle persone con disabilità

Come intervengono sulla disabilità le varie organizzazioni internazionali?

Commenti disabilitati su Come intervengono sulla disabilità le varie organizzazioni internazionali?

Solidarietà o solo necessità?

Commenti disabilitati su Solidarietà o solo necessità?

Prova aperta, alla Scala di Milano, in favore dell’Associazione L’abilità

Commenti disabilitati su Prova aperta, alla Scala di Milano, in favore dell’Associazione L’abilità

Il nulla a protezione delle donne (con e senza disabilità) durante la pandemia

Commenti disabilitati su Il nulla a protezione delle donne (con e senza disabilità) durante la pandemia

Noi “sordi, ciechi e zoppi”, possiamo essere lavoratori produttivi

Commenti disabilitati su Noi “sordi, ciechi e zoppi”, possiamo essere lavoratori produttivi

L’insulto della disabilità: uno “spettacolo” che si ripete da secoli

Commenti disabilitati su L’insulto della disabilità: uno “spettacolo” che si ripete da secoli

La disabilità come metafora dispregiativa: sbagliare… perseverare… e poi?

Commenti disabilitati su La disabilità come metafora dispregiativa: sbagliare… perseverare… e poi?

Altezza cuore, direzione vita

Commenti disabilitati su Altezza cuore, direzione vita

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti