Rappresentante di lista e riposi compensativi: ecco quando spettano una o due giornate non lavorate [anche con settimana corta]

Antonio scrive

 Quanti giorni di recupero si devono avere per chi è impegnato nella funzione di rappresentante di lista alle elezioni?

Normativa di riferimento

Ai sensi dell’art. 119 del DPR 30/3/1957 n. 361 e dell’art. 1 della Legge 29/1/1992 n. 69 al personale con contratto a tempo indeterminato e determinato chiamato a svolgere funzioni presso i seggi elettorali è riconosciuto il diritto di assentarsi per tutto il periodo corrispondente alla durata delle operazioni di voto e di scrutinio. L’assenza è considerata attività lavorativa a tutti gli effetti; al rientro il dipendente dovrà produrre l’attestazione dell’avvenuto assolvimento delle funzioni.

Recupero delle giornate

In questo caso i riferimenti sono la C.M. 14 giugno 1990, n. 160 e n. 132 del 29 aprile 1992 e la Corte Costituzionale, sentenza n. 452 del 13 dicembre 1991, per cui si ha diritto a recuperare le giornate non lavorative di impegno ai seggi con giorni di recupero compensativo nel periodo immediatamente successivo ad esse (o comunque concordati con il dirigente):

  • due giorni successivi alle operazioni elettorali (se il sabato è non lavorativo)
  • un giorno successivo (se il sabato è lavorativo).

Conclusione

Il collega che ci scrive non esplicita  se la scuola in cui è in servizio adotti o meno la c.d. settimana corta, ovvero l’orario lavorativo su 5 giorni o su 6.

A completamento quindi di quanto esposto e schematizzando ulteriormente, si possono verificare queste due situazioni:

1. Orario di servizio su 5 giorni lavorativi con sabato giornata non lavorativa e domenica festivo

Sabato e domenica: si ha diritto a due giornate di riposo compensativo.

  • lunedì: si ha diritto ad assentarsi dal lavoro e a percepire la piena retribuzione;
  • martedì: si ha diritto ad assentarsi dal lavoro anche per questa giornata e a percepire la piena retribuzione, se le operazioni di scrutinio si prolungano oltre le ore 24 del lunedì.

2. Orario di servizio su sei giorni lavorativi con sabato giornata lavorativa e domenica festivo

Sabato: si ha diritto ad assentarsi dal lavoro e a percepire la piena retribuzione. Domenica: si ha diritto a una giornata di riposo compensativo.

  • lunedì: si ha diritto ad assentarsi dal lavoro e a percepire la piena retribuzione.
  • martedì: si ha diritto ad assentarsi dal lavoro anche per questa giornata e a percepire la piena retribuzione, se le operazioni di scrutinio si prolungano oltre le ore 24 del lunedì.

L’articolo Rappresentante di lista e riposi compensativi: ecco quando spettano una o due giornate non lavorate [anche con settimana corta] sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti