Rapporto Eurydice su tecnologie a Scuola, attenzione sempre maggiore all’educazione digitale

A questi interrogativi risponde il nuovo rapporto della rete Eurydice “Digital Education at School in Europe”, che rivela la necessità di un’attenzione sempre maggiore nei confronti dell’educazione digitale. Infatti, sebbene ad oggi i sistemi educativi europei abbiano incluso l’educazione digitale nei curricoli scolastici e promuovano l’uso delle tecnologie a fini pedagogici, è possibile spingersi ancora oltre.

La ricerca copre i livelli primario e secondario di istruzione (inferiore e superiore), relativamente all’anno scolastico 2018/19 nei 38 paesi europei (43 sistemi educativi), che partecipano al programma dell’Unione europea Erasmus+: i 28 Stati membri dell’UE, oltre ad Albania, Bosnia ed Erzegovina, Svizzera, Islanda, Liechtenstein, Montenegro, Macedonia del Nord, Norvegia, Serbia e Turchia.

Lo studio affronta diversi aspetti dell’educazione digitale quali: curricoli scolastici e risultati dell’apprendimento; sviluppo delle competenze digitali degli insegnanti; valutazione delle competenze digitali degli studenti e uso delle tecnologie digitali per valutare gli studenti e, infine; strategie e politiche nazionali sull’educazione digitale a scuola.

In quasi tutti i sistemi educativi, le autorità di livello superiore sono coinvolte nell’offerta di attività di sviluppo professionale continuo nell’area dell’educazione digitale, destinate agli insegnanti. In alcuni paesi, tra cui l’Italia, lo sviluppo professionale continuo degli insegnanti rientra fra le iniziative che affrontano l’argomento della digitalizzazione della società.

In particolare, in Italia, al completamento della formazione professionale iniziale, i futuri insegnanti di scuola secondaria devono superare un esame per ottenere la qualifica di insegnante e accedere alla professione docente. Le competenze digitali specifiche degli insegnanti vengono valutate proprio nell’ambito di tale esame. I futuri insegnanti di scuola primaria vengono, invece, valutati nel corso della loro formazione iniziale.

La gran parte dei paesi europei ha piani di investimento ben definiti nelle infrastrutture digitali a scuola. Ad esempio, in Italia, gli investimenti nelle infrastrutture digitali sono considerati fondamentali in rapporto all’educazione digitale e, pertanto, costituiscono un aspetto chiave della strategia nazionale.

Il rapporto completo, Digital Education at School in Europe, è disponibile a questa pagina del sito di Eurydice Italia. Inoltre, è online anche una sintesi che ripropone i risultati principali del rapporto, dal titolo Eurydice Brief Digital Education at School in Europe.

Il rapporto

L’articolo Rapporto Eurydice su tecnologie a Scuola, attenzione sempre maggiore all’educazione digitale sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

ATA, Uil: supplenze sino ad avente titolo trasformate al 31 giugno/31 agosto. Salvi gli incarichi articolo 59

Commenti disabilitati su ATA, Uil: supplenze sino ad avente titolo trasformate al 31 giugno/31 agosto. Salvi gli incarichi articolo 59

DSGA, prova preselettiva: il simulatore per esercitarsi con sessioni da 30 domande per facilitare memorizzazione

Commenti disabilitati su DSGA, prova preselettiva: il simulatore per esercitarsi con sessioni da 30 domande per facilitare memorizzazione

Se un dipendente decide di passare ad altra amministrazione pubblica, quale dovrà essere il suo inquadramento?

Commenti disabilitati su Se un dipendente decide di passare ad altra amministrazione pubblica, quale dovrà essere il suo inquadramento?

Scuole chiuse per maltempo, chi deve recuperare? Differenze tra sospensione attività e chiusura

Commenti disabilitati su Scuole chiuse per maltempo, chi deve recuperare? Differenze tra sospensione attività e chiusura

Dimissioni Fioramonti, Turi (Uil): chapeau al ministro per coerenza e visione

Commenti disabilitati su Dimissioni Fioramonti, Turi (Uil): chapeau al ministro per coerenza e visione

Liguria, Regione stanzia 5 milioni di euro per Infanzia e nidi

Commenti disabilitati su Liguria, Regione stanzia 5 milioni di euro per Infanzia e nidi

Coronavirus, anche scrutini a distanza se non si rientrerà a scuola. Cosa prevede bozza DL Scuola

Commenti disabilitati su Coronavirus, anche scrutini a distanza se non si rientrerà a scuola. Cosa prevede bozza DL Scuola

Vincolo quinquennale sul sostegno: riparte dopo passaggio di ruolo sempre sul sostegno

Commenti disabilitati su Vincolo quinquennale sul sostegno: riparte dopo passaggio di ruolo sempre sul sostegno

Bando Prin in inglese. Fedeli: è la lingua veicolare della ricerca, nessuna “deminutio” della nostra lingua

Commenti disabilitati su Bando Prin in inglese. Fedeli: è la lingua veicolare della ricerca, nessuna “deminutio” della nostra lingua

ATA, 232 posti in più per sicurezza e incolumità alunni

Commenti disabilitati su ATA, 232 posti in più per sicurezza e incolumità alunni

Immissioni in ruolo docenti 2019: 12.000 in meno dei posti vuoti

Commenti disabilitati su Immissioni in ruolo docenti 2019: 12.000 in meno dei posti vuoti

Supplenze sostegno da graduatorie incrociate: come si calcola punteggio per classi di concorso coreutiche e strumento musicale. La FAQ

Commenti disabilitati su Supplenze sostegno da graduatorie incrociate: come si calcola punteggio per classi di concorso coreutiche e strumento musicale. La FAQ

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti