Questo andrebbe fatto, per abbattere i pregiudizi sui lavoratori con disabilità

«Spetterebbe ai servizi territoriali – scrive Marino Bottà, dopo avere passato in rassegna le varie forme di disabilità – far conoscere le persone con disabilità al mondo del lavoro, per quello che sono e per quello che possono dare. Solo l’esperienza diretta, il vederli lavorare può infatti abbattere i pregiudizi e gli stereotipi che li accompagnano. Questo però non accade, cosicché pregiudizi e stereotipi continuano ad essere l’unica fonte di conoscenza per le imprese e centinaia di migliaia di disoccupati con disabilità rimangono perennemente iscritti nelle liste del Collocamento Disabili»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Quel ragazzo con autismo potrà avere una reale opportunità di recupero

Commenti disabilitati su Quel ragazzo con autismo potrà avere una reale opportunità di recupero

Un corpo è anche la scelta che vuole vivere

Commenti disabilitati su Un corpo è anche la scelta che vuole vivere

La comunità globale dei terapisti occupazionali

Commenti disabilitati su La comunità globale dei terapisti occupazionali

Quando una malattia rara viene scambiata con un’altra patologia

Commenti disabilitati su Quando una malattia rara viene scambiata con un’altra patologia

Donne e disabilità: un tema che forse sta per entrare nell’agenda politica

Commenti disabilitati su Donne e disabilità: un tema che forse sta per entrare nell’agenda politica

Nuovi strumenti del pregiudizio

Commenti disabilitati su Nuovi strumenti del pregiudizio

Un impegno per il parcheggio gratuito tra le strisce blu, a livello nazionale

Commenti disabilitati su Un impegno per il parcheggio gratuito tra le strisce blu, a livello nazionale

Sono 15 milioni ogni anno i nati prematuri a rischio di cecità

Commenti disabilitati su Sono 15 milioni ogni anno i nati prematuri a rischio di cecità

Il “Dopo di Noi”, tema molto sentito dalle famiglie di persone con disabilità

Commenti disabilitati su Il “Dopo di Noi”, tema molto sentito dalle famiglie di persone con disabilità

La prospettiva internazionale di Alessandro Abbate, giovane sordo

Commenti disabilitati su La prospettiva internazionale di Alessandro Abbate, giovane sordo

Scendono in piazza le ragazze e le donne con disabilità

Commenti disabilitati su Scendono in piazza le ragazze e le donne con disabilità

Un’area giochi intitolata a Louis Braille, nel segno dell’inclusione

Commenti disabilitati su Un’area giochi intitolata a Louis Braille, nel segno dell’inclusione

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti