PSI: no a regionalizzazione istruzione. Più risorse, formazione e diversa valutazione

L’incontro è stato convocato per fare il punto sul Dl scuola dopo la presentazione degli emendamenti alla Camera dei Deputati e per individuare obiettivi ed iniziative da intraprendere nei prossimi mesi per restituire efficacia alla scuola pubblica italiana.

Il PSI, con l’on Longo, ha presentato cinque emendamenti al Dl scuola. Si tratta degli emendamenti relativi alla riapertura della terza fascia per nuovi inserimenti e maturazione del requisito considerando l’anno scolastico in corso, alla possibilità per i docenti che prestano servizio nei percorsi IeFP di poter partecipare al concorso ai fini dell’abilitazione, alla tutela dei candidati che hanno svolto tre o più annualità per i posti di sostegno e alla stabilizzazione dei docenti precari.

Dalla discussione tra il referente nazionale scuola del PSI e i rappresentanti dei docenti titolari di cattedra e precari sono quindi emerse, oltre alla necessità di far trovare il massimo consenso sugli emendamenti presentati dal PSI, alcune priorità: la costituzione di PAS per permettere ai molti precari di terza fascia di ottenere l’abilitazione all’insegnamento; la necessità di potenziare la formazione dei docenti neoassunti, prevedendo ad esempio un biennio di affiancamento ai colleghi negli ultimi anni di insegnamento precedenti al pensionamento e potenziando l’aggiornamento; la revisione dei modelli di valutazione, abbandonando
l’impostazione anglosassone a vantaggio di modelli più adatti alla cultura ed alle esigenze dei nostri territori; la necessità di aumentare le risorse umane e finanziarie per l’istruzione pubblica.

L’autonomia regionale è stato l’ultimo ma non meno importante argomento affrontato. Tutti i presenti si sono dimostrati ben consapevoli del fatto che la regionalizzazione dell’istruzione significherebbe lo smembramento culturale del Paese. E’ necessario quindi che l’istruzione non venga in nessun caso inserita tra le materie della riforma che il Ministro Boccia sta cercando di portare a termine.

L’articolo PSI: no a regionalizzazione istruzione. Più risorse, formazione e diversa valutazione sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Promuovere a scuola l’uso del preservativo, presto Linee Guida

Commenti disabilitati su Promuovere a scuola l’uso del preservativo, presto Linee Guida

Coronavirus: risvolti psicologici nei più piccoli, sarà la prossima emergenza da affrontare

Commenti disabilitati su Coronavirus: risvolti psicologici nei più piccoli, sarà la prossima emergenza da affrontare

Graduatorie terza fascia ATA: valutazione servizio paritarie, problema contributi non versati

Commenti disabilitati su Graduatorie terza fascia ATA: valutazione servizio paritarie, problema contributi non versati

Fico alla docente sospesa: per fortuna ci sono docenti come Lei, grazie

Commenti disabilitati su Fico alla docente sospesa: per fortuna ci sono docenti come Lei, grazie

Scuola non è parcheggio, Bonetti: “al lavoro per attività bimbi all’aperto per giugno”

Commenti disabilitati su Scuola non è parcheggio, Bonetti: “al lavoro per attività bimbi all’aperto per giugno”

Aprile: prove Invalsi, TFA sostegno, colloquio famiglie, mobilità. Tutte le scadenze e calendario vacanze Pasqua

Commenti disabilitati su Aprile: prove Invalsi, TFA sostegno, colloquio famiglie, mobilità. Tutte le scadenze e calendario vacanze Pasqua

Addio a Luis Sepulveda, De Cristofaro: sarebbe bello se domani docenti gli dedicassero lezione

Commenti disabilitati su Addio a Luis Sepulveda, De Cristofaro: sarebbe bello se domani docenti gli dedicassero lezione

50 mln per ristrutturare scuole, Marzana (M5S): enti locali non perdano occasione

Commenti disabilitati su 50 mln per ristrutturare scuole, Marzana (M5S): enti locali non perdano occasione

Miur condannato a risarcire 50 mila euro ad ATA precario della scuola

Commenti disabilitati su Miur condannato a risarcire 50 mila euro ad ATA precario della scuola

Docenti potranno controllare livello attenzione studenti con uno scanner

Commenti disabilitati su Docenti potranno controllare livello attenzione studenti con uno scanner

Maestra spruzza spray al peperoncino, intossicati lievemente quattro colleghi e bambini fuori dall’asilo

Commenti disabilitati su Maestra spruzza spray al peperoncino, intossicati lievemente quattro colleghi e bambini fuori dall’asilo

Ricerca, M5S: lotta al precariato e concorsi trasparenti

Commenti disabilitati su Ricerca, M5S: lotta al precariato e concorsi trasparenti

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti