Progetto “Fare scuola”, Atelier e didattica innovativi al “Crispi” di Ribera. Ce ne parla la Preside Croce

Il tutto è stato promosso dalla fondazione Regio Children con il centro internazionale Loris Malaguzzi. Siamo nel cuore della pedagogia a livello europeo ed internazionale. Regio Children s.r.l. nasce nel 1964 per promuovere e difendere i diritti delle bambine e dei bambini e per gestire gli scambi pedagogici e culturali già da tempo avviati tra le istituzioni per l’infanzia del comune di Reggio Emilia e docenti , ricercatori e studiosi di tutto il mondo.

Regio Children, a livello locale, nazionale ed internazionale, organizza iniziative di formazione, promuove progetti di ricerca, partecipa ad iniziative di cooperazione con istituzioni per l’infanzia in vari paesi, attua interventi di consulenza in campo educativo. Regio Children s.r.l., divenuto fondazione, promuove, assieme al comune di Reggio, alle scuole e nidi d’infanzia, la creazione del Centro Internazionale Loris Malaguzzi, un luogo dedicato a quanti in Italia e nel mondo intendano promuovere una educazione di qualità. Un luogo aperto al futuro, che mette al centro i bambini ed alle loro potenzialità che intende offrire occasioni di creatività a ragazzi, giovani, famiglie e nuove opportunità formative alla comunità educativa internazionale. I temi di ricerca della fondazione spaziano dal dialogo tra pedagogia ed architettura alla valorizzazione di scambi formativi tra esperienze ed insegnanti di diversi contesti nazionali ed internazionali, dalle opportunità che nascono dall’uso di nuove tecnologie in contesti educativi ad una nuova forma di solidarietà che si realizzi attraverso la ricerca.

Il centro internazionale è dedicato al pedagogista reggiano che, come pochi al mondo, ha evidenziato il rapporto indissolubile tra educazione, cittadinanza e democrazia partecipata, instancabile promotore di una pedagogia innovativa capace di valorizzare l’immenso patrimonio di potenzialità dei bambini che definiva “i cento linguaggi dei bambini”.

Tanti gli enti/associazioni partner della fondazione Regio Children per la messa in campo degli obiettivi di cui sopra. Tra essi, Enel Cuore Onlus, con cui è nato il progetto “Fare Scuola”.

Fare Scuola è un’espressione, un’idea che, come per l’educazione, non è data una volta per tutte. Porta avanti progetti sulla base dell’assunto di fondo della pedagogia reggiana: non esistono”metodi” (standardizzati, chiusi …..), bensì “approcci” educativi (per sottolineare il valore dell’educazione “in fieri”, in un’ottica di una perenne rimodulazione e miglioramento secondo quel modello di scuola e di pedagogia reggiana che è stata punto di riferimento per Jerome Bruner e che è divenuta. Altresì, modello di scuola di stato della Finlandia, scuola che sappiamo essere al primo posto delle classifiche europee per quanto concerne gli aspetti della vivibilità e la logica degli utilizzi degli spazi in un contesto di comunità educante che ne costituisce il substrato.

Il progetto “Fare Scuola” prevede di intervenire in 60 scuola dell’infanzia e/o primaria nel territorio nazionale nell’arco di tre anni, per migliorare la qualità degli ambienti scolastici intesi come contesti di apprendimento e luoghi di relazione.

Negli anni scorsi sono state individuate tre scuole sul territorio siciliano (Palermo, Catania, Scicli); per l’anno in corso la preferenza è stata accordata al Comune di Francavilla di Sicilia ed all’Istituto Comprensivo ad indirizzo musicale “F. Crispi” di Ribera.

Fare Scuola è un progetto volto a qualificare gli ambienti scolastici, non solo intesi come luoghi di apprendimento, ma come luoghi di scambi tra le persone con l’ambiente ed il territorio. Il progetto non prevede interventi strutturali, ma interventi puntuali legati al miglioramento del confort degli ambienti vissuti dai bambini. La riorganizzazione degli spazi, con arredi di diversa tipologia e di diversi materiali, quindi, mira a creare un dialogo tra l’architettura e la didattica, dove le attività proposte ed i percorsi di formazione siano proiettati alla libera espressione degli alunni, alla dimensione dell’apprendere ad apprendere ed al “learning by doing”.

L’IC “Crispi” è stato oggetto di due sopralluoghi, a partire dal mese di luglio, ad opera di un equipe di architetti e pedagogisti. Gli esperti, partendo dall’analisi del contesto in cui opera la scuola (la realtà tipicamente rurale di Ribera), hanno concepito un progetto che riguarda nello specifico il plesso Francesco Crispi di piazza Giulio Cesare, la scuola più antica di Ribera, costruita nel lontano 1934. Sono state destinate al progetto due aule del piano terra della scuola dell’Infanzia dove realizzare rispettivamente una nuova sezione di scuola dell’Infanzia ed un laboratorio materico-digitale. Ognuno dei due spazi dovrà ospitare circa 22 bambini e godrà di una molteplicità di usi che si alternano nell’arco della giornata. Le soluzioni sviluppate dovranno essere flessibili, gli spazi fluidi tali da far cambiare configurazione agli ambienti vissuti che si prestano ad usi diversi.

Il tema del teatro, luogo dove tutto è possibile in continua trasformazione e movimento è il concetto che ha guidato il progetto della nostra scuola. Il teatro è il luogo dell’immaginazione, è uno spazio mentale che prende forma e si modifica continuamente sospinto dalla creatività degli attori.
Il teatro come luogo della rappresentazione coincide con l’intera stanza dedicata alla sezione e lo spazio si modifica in modo semplice e rapido per adattarsi alle esigenze delle diverse attività che vi si svolgeranno. Si tratta di un’idea di teatro senza spettatori, fatto solo da attori. La zona per il riposo è costituita da una pedana rialzata a due livelli con cassetti che possono contenere lettini con cuscini; aprendoli si allestisce la zona per il riposo senza dover spostare gli altri arredi della sezione; lasciando i cassetti chiusi, si ottiene uno spazio libero per il gioco o per attività di gruppo o, con l’ausilio di qualche cuscino, un angolo morbido per la lettura.

Il laboratorio materico-digitale, invece, sarà utilizzato a sezioni e classi aperte, attraverso moduli di lavoro appositamente progettati dal team docente.

In questo caso si tratta di un tipo di teatro con attori e spettatori. Il luogo della rappresentazione è individuato con pannelli mobili e semitrasparenti e scorrevoli che definiscono un vero e proprio palcoscenico. Nell’atelier rimangono anche una LIM ed una lavagna TOUCH SCREEN in dotazione alla scuola. Gli alti soffitti si popolano di pannelli colorati che hanno lo scopo di ridimensionare percettivamente lo spazio e di creare un ambiente più confortevole dal punto di vista acustico.

Nel laboratorio saranno teli di tessuto con andamento sinuoso tra i quali si calano sfere luminose. Nella sezione, invece, prendono la forma di foglie alternate a soffioni luminosi. I colori rappresentano un riferimento al territorio: il bianco ed il giallo si ispirano alla luce ed al sole della Sicilia, il verde e l’arancio all’arancia di Ribera.

L’articolo Progetto “Fare scuola”, Atelier e didattica innovativi al “Crispi” di Ribera. Ce ne parla la Preside Croce sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

https://www.orizzontescuola.it/progetto-scuola-atelier-didattica-innovativi-al-crispi-ribera-ce-ne-parla-la-preside-croce/

Leggi Tutto

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

adminreal

Related Posts

Concorso ordinario secondaria, potrò partecipare? Abilitazione, laurea e 24 CFU. ITP basta diploma

Commenti disabilitati su Concorso ordinario secondaria, potrò partecipare? Abilitazione, laurea e 24 CFU. ITP basta diploma

Supplenze sostegno a docenti di musica con punteggi falsati, proroga contratto per supplenza su malattia, congedo parentale. Consulenza

Commenti disabilitati su Supplenze sostegno a docenti di musica con punteggi falsati, proroga contratto per supplenza su malattia, congedo parentale. Consulenza
<a href=#Sostegno! NON vale niente, TU non vali niente! Per questo #sciopero il 14 Febbraio" title="#Sostegno! NON vale niente, TU non vali niente! Per questo #sciopero il 14 Febbraio"/>

#Sostegno! NON vale niente, TU non vali niente! Per questo #sciopero il 14 Febbraio

Commenti disabilitati su #Sostegno! NON vale niente, TU non vali niente! Per questo #sciopero il 14 Febbraio

Concorso straordinario secondaria: perché escludere i docenti delle paritarie? Lettera

Commenti disabilitati su Concorso straordinario secondaria: perché escludere i docenti delle paritarie? Lettera

Rientro a settembre, Pittoni: Azzolina non faccia da scaricabarile nel prendere decisioni

Commenti disabilitati su Rientro a settembre, Pittoni: Azzolina non faccia da scaricabarile nel prendere decisioni

Esami di Stato nelle scuole italiane all’estero: presidenti interni alle scuole ed esami privatisti in coda agli interni

Commenti disabilitati su Esami di Stato nelle scuole italiane all’estero: presidenti interni alle scuole ed esami privatisti in coda agli interni

Insegnanti, contro il calo demografico più assunzioni. Bussetti: sì, con il concorso

Commenti disabilitati su Insegnanti, contro il calo demografico più assunzioni. Bussetti: sì, con il concorso

OpenPolis: 14,5% giovani ha solo la terza media, più abbandoni scolastici al sud

Commenti disabilitati su OpenPolis: 14,5% giovani ha solo la terza media, più abbandoni scolastici al sud

Scuole sicure: ripartono gli interventi contro lo spaccio e la devianza

Commenti disabilitati su Scuole sicure: ripartono gli interventi contro lo spaccio e la devianza

Coronavirus, Manfredi: laurea in medicina abilitante, subito 10.000 nuovi medici al lavoro

Commenti disabilitati su Coronavirus, Manfredi: laurea in medicina abilitante, subito 10.000 nuovi medici al lavoro

La scuola deve formare e non semplificare. Lettera

Commenti disabilitati su La scuola deve formare e non semplificare. Lettera

Maturità, Ugl: se condizioni lo permettano, prevedere una prova scritta con orari scaglionati

Commenti disabilitati su Maturità, Ugl: se condizioni lo permettano, prevedere una prova scritta con orari scaglionati

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti