Premio Nobel per la Chimica 2016 a Sauvage, Stoddart and Feringa per studi sulle macchine molecolari

Premio Nobel per la Chimica 2016 a Sauvage, Stoddart and Feringa per studi sulle macchine molecolari

Commenti disabilitati su Premio Nobel per la Chimica 2016 a Sauvage, Stoddart and Feringa per studi sulle macchine molecolari

Il francese Jean-Pierre Sauvage, il britannico Sir J. Fraser Stoddart e l’olandese Bernard L. Feringa sono stati premiati per la progettazione e la sintesi di macchine molecolari. A dare l’annuncio è stata l’Accademia reale svedese delle Scienze spiegando che i tre “hanno sviluppato molecole con movimenti controllabili”. Il premio consiste in 8 milioni di corone svedesi, pari a 931mila dollari. Quello per la Chimica è il terzo Nobel assegnato quest’anno dopo quelli per la Medicina e per la Fisica.

I tre scienziati  hanno avuto il merito di avere aperto la strada alla realizzazione delle macchine più piccole mai costruite al mondo. Sono macchine biologiche, capaci di riprodurre movimenti che le cellule compiono in condizioni naturali, come la contrazione delle muscolari. E’ un Nobel di confine fra la biologia e la tecnologia perchè le ricerche dei tre premiati hanno aperto la strada alla possibilità di realizzare dispositivi sempre più miniaturizzati.

I giurati dell’Accademia delle Scienze hanno spiegato: “I premi Nobel 2016 per la Chimica hanno miniaturizzato macchine e portato la chimica in una nuova dimensione. Le macchine sono mille volte più sottili di un capello. I loro studi potranno essere utili nello sviluppo di nuovi materiali, sensori e sistemi per l’immagazzinamento dell’energia.

L’articolo Premio Nobel per la Chimica 2016 a Sauvage, Stoddart and Feringa per studi sulle macchine molecolari proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

Psicoterapia, distinguiamo tra bisogni dello spirito e disagi profondi della mente

Commenti disabilitati su Psicoterapia, distinguiamo tra bisogni dello spirito e disagi profondi della mente

Nuova Zelanda, la Via Lattea sovrasta le coste: il video in time-lapse è mozzafiato

Commenti disabilitati su Nuova Zelanda, la Via Lattea sovrasta le coste: il video in time-lapse è mozzafiato

Buchi neri, scoperti e analizzati i segreti dei più distanti. Un italiano a capo del team: “La nuova astronomia è realtà”

Commenti disabilitati su Buchi neri, scoperti e analizzati i segreti dei più distanti. Un italiano a capo del team: “La nuova astronomia è realtà”

Miopia, il 70% della popolazione digitale sviluppa qualche problema

Commenti disabilitati su Miopia, il 70% della popolazione digitale sviluppa qualche problema

Umberto Veronesi morto, dalla quadrantectomia alla radioterapia intra-operatoria

Commenti disabilitati su Umberto Veronesi morto, dalla quadrantectomia alla radioterapia intra-operatoria

Paolo Nespoli, a 60 anni terza missione nello Spazio: l’emozione di AstroPaolo

Commenti disabilitati su Paolo Nespoli, a 60 anni terza missione nello Spazio: l’emozione di AstroPaolo

Teletrasporto, Nature: “Per la prima volta un trasferimento di quanti attraverso fibre ottiche casalinghe”

Commenti disabilitati su Teletrasporto, Nature: “Per la prima volta un trasferimento di quanti attraverso fibre ottiche casalinghe”

“Un’unica molecola primordiale all’origine della vita sulla Terra”

Commenti disabilitati su “Un’unica molecola primordiale all’origine della vita sulla Terra”

Aids, nuove speranze da cura sperimentale inglese: “Primo paziente guarito, ma ancora all’inizio”

Commenti disabilitati su Aids, nuove speranze da cura sperimentale inglese: “Primo paziente guarito, ma ancora all’inizio”

Ibernazione, nel mondo 377 persone già congelate. Ma al momento non esiste una tecnica per ‘risvegliarle’

Commenti disabilitati su Ibernazione, nel mondo 377 persone già congelate. Ma al momento non esiste una tecnica per ‘risvegliarle’

Premio Nobel per la Medicina a Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash e Michael W. Young

Commenti disabilitati su Premio Nobel per la Medicina a Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash e Michael W. Young

Oncologia, in Usa premiate altre due ricercatrici italiane. “Vogliamo continuare a lavorare nel nostro Paese”

Commenti disabilitati su Oncologia, in Usa premiate altre due ricercatrici italiane. “Vogliamo continuare a lavorare nel nostro Paese”

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti