Potenziamento, un diverso punto di vista. Lettera

Senza un vero approfondimento sulle caratteristiche delle nuove tipologie di impegno lavorativo.

Mi è sembrato un po’ strano leggere le considerazioni della collega di Filosofia e Storia sul “potenziamento”. Dal suo punto di vista il potenziamento è sia strumento di “punizione” sia metodo di “premio” per “alcuni fortunati” che “si possono permettere di non fare (in parte) le faticose ore frontali riciclandosi in progettini molto aleatori”.

Mi è sembrato strano perché nel corso dell’anno scolastico, avendo delle ore a disposizione per il potenziamento, mi trovo a essere “punito” soprattutto nelle prime settimane di lezione e successivamente “premiato” grazie al riciclo “in progettini molto aleatori”. Mi è sembrato strano perché ho letto la lettera della collega un lunedì mattina, mentre nel giorno libero stavo preparando i materiali per l’attivazione di corsi pomeridiani per il 2018. Strano, perché l’ho riletta il lunedì successivo, mentre organizzavo la sessione di esame dei corsi per il 2017.

Strano perché mi è venuto da pensare ai turni di sorveglianza di questi esami che cadranno di nuovo di lunedì. Senza considerare telefonate e altre attività difficilmente misurabili che, comunque, mi rendono “premiato” e ricadono nella mia attività ordinaria (insieme a quella prodotta dall’incarico su tre classi).

Si possono legittimamente proporre critiche al “potenziamento”, ma sarebbe il caso di muoversi nel rispetto del lavoro dei colleghi e sarebbe anche opportuno evitare di dar vita a luoghi comuni basati “puniti e premiati”. Sembra così rinnovarsi l’infinita e irrisolta discussione (che va avanti da decenni) sulle differenze esistenti tra le diverse cattedre di insegnamento. Una discussione interna che si indirizza unicamente su quale sia l’impegno richiesto ai docenti oltre alle 18 ore frontali di lezione.

In questi termini la discussione è molto mal posta. Forse andiamo incontro a un vero obbrobrio morale quando il corpo docente non è capace di proporre una riflessione sulla qualità dell’insegnamento e riduce il confronto a un dibattito sui rapporti interni.

Un docente di lingua e civiltà straniera – inglese (e potenziamento)

L’articolo Potenziamento, un diverso punto di vista. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

https://www.orizzontescuola.it/potenziamento-un-diverso-punto-vista-lettera/

Leggi Tutto

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

adminreal

Related Posts

L’Aquila, a 10 anni dal terremoto ricostruita una sola scuola pubblica

Commenti disabilitati su L’Aquila, a 10 anni dal terremoto ricostruita una sola scuola pubblica

Vigilanza alunni: in Emilia Romagna presto un vademecum per i Dirigenti Scolastici

Commenti disabilitati su Vigilanza alunni: in Emilia Romagna presto un vademecum per i Dirigenti Scolastici

Precari, Pittoni (Lega): sul comma 131 Azzolina ha poco di cui vantarsi

Commenti disabilitati su Precari, Pittoni (Lega): sul comma 131 Azzolina ha poco di cui vantarsi

CNDDU al Ministro Fioramonti: trovare soluzione per i docenti vittime dell’algoritmo

Commenti disabilitati su CNDDU al Ministro Fioramonti: trovare soluzione per i docenti vittime dell’algoritmo

In G.U. il decreto di nomina dei sottosegretari Ascani e De Cristofaro per l’Istruzione

Commenti disabilitati su In G.U. il decreto di nomina dei sottosegretari Ascani e De Cristofaro per l’Istruzione

Immissioni in ruolo, Azzolina: emergenza precariato non si risolverà a settembre ma lavoriamo per non avere buchi

Commenti disabilitati su Immissioni in ruolo, Azzolina: emergenza precariato non si risolverà a settembre ma lavoriamo per non avere buchi

PON, avviso realizzazione smart class scuole primo ciclo: domande scadono domani 27 aprile

Commenti disabilitati su PON, avviso realizzazione smart class scuole primo ciclo: domande scadono domani 27 aprile

2 maggio 2020, Giornata mondiale dei blogger

Commenti disabilitati su 2 maggio 2020, Giornata mondiale dei blogger

Con didattica a distanza spazio alla storia contemporanea. Lettera

Commenti disabilitati su Con didattica a distanza spazio alla storia contemporanea. Lettera

Supplenze brevi se rientra titolare, Anief: andavano prorogate per la durata dell’emergenza

Commenti disabilitati su Supplenze brevi se rientra titolare, Anief: andavano prorogate per la durata dell’emergenza

Miur e Tim, siglato accordo per la trasformazione digitale nelle scuole

Commenti disabilitati su Miur e Tim, siglato accordo per la trasformazione digitale nelle scuole

Salvini (Lega): all’Italia manca un vero ministro della scuola

Commenti disabilitati su Salvini (Lega): all’Italia manca un vero ministro della scuola

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti