Post docente “quando non vi è altra scelta un colpo in testa al reo”, non si riferisce a ragazzo bendato. Parla l’insegnante

Seppur in modo colorito, pare esplicito il riferimento alla scriminante di cui all’art.53 c.p. ed è altrettanto palese che quella seconda parte del tweet non si riferisce nel modo più assoluto all’immagine del ragazzo con la benda, da alcuni giornali indicato erroneamente come l’assassino, ma ad una situazione di scontro tra malviventi e forze dell’ordine, dove si concretizza la fattispecie giuridica dell’uso legittimo delle armi.

I giornalisti del Corriere della Sera e de La Repubblica che hanno contattato personalmente la professoressa, hanno potuto comprendere il significato originale del tweet, ovvero che, nella seconda parte, era riferito ai momenti concitati in cui un pubblico ufficiale, nell’adempimento del proprio servizio a tutela della collettività, rischia la propria vita, come nel caso dell’efferato omicidio del Carabiniere Cerciello.

I giornalisti hanno riportato nei propri articoli anche le dichiarazioni rilasciate dalla prof.ssa Starnone. Il problema nasce però dai titoli degli stessi articoli che, al fine di dare maggior clamore alla notizia, sono stati fuorvianti e strumentali ingenerando, soprattutto in chi ha letto il titolo e magari non l’articolo completo, una distorta percezione del tweet.

Si riporta come esempio il titolo dell’articolo pubblicato on line da La Stampa “ post shock di una professoressa Torinese sulla foto dell’assassino: “un colpo in testa al reo”, associandolo ad una immagine del complice bendato (che non è l’assassino), al quale la frase non si riferisce affatto. Ne sono riprova tutti gli ulteriori tweet, in cui la docente cerca di spiegare ulteriormente, che l’invito ad usare le armi si riferisce al momento in cui il pubblico ufficiale sia in pericolo di vita.

Altro titolo fuorviante quello di Repubblica Torino:” Un’altra prof shock: un colpo in testa all’Americano che ha ucciso il Carabiniere”, sempre in associazione alla foto del ragazzo bendato.

E’ chiara ed evidente la strumentalizzazione mediatica e politica del tweet, il sottolineare la vicinanza della docente alla Lega, il titolo shock “ un colpo in testa al reo” e la forzata ed assurda analogia delle dichiarazione della professoressa con il tweet della docente di Novara che, al contrario, offende l’onore, la dignità del Carabiniere subito dopo l’efferato omicidio e vilipende di fatto l’Arma stessa.

Essere esposti alla gogna mediatica per aver in buona sostanza invocato, in casi estremi, “quando è necessario e non vi è altra scelta” , la possibilità e il diritto per le forze dell’ordine di utilizzare in modo legittimo le armi ai sensi dell’art.53 cp, non è una “giustificazione”, ma la ratio giuridica che ha ispirato il tweet.

La docente, che ha subito in queste ore un ingiustificato linciaggio mediatico, ha già dato incarico allo Studio Legale Tizzani al fine di procedere legalmente nei confronti di tutti coloro che hanno diffamato la di lei reputazione personale e professionale.

Cordialmente

Carabiniere ucciso, docente: “quando non vi è altra scelta un colpo in testa al reo”. Azzolina: Bussetti intervenga

L’articolo Post docente “quando non vi è altra scelta un colpo in testa al reo”, non si riferisce a ragazzo bendato. Parla l’insegnante sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

PCTO (ex alternanza scuola lavoro), aziende chiedono soldi a famiglie. Fino a 200 euro. Lettera

Commenti disabilitati su PCTO (ex alternanza scuola lavoro), aziende chiedono soldi a famiglie. Fino a 200 euro. Lettera

TFA sostegno, ammessi prova orale. Aggiornato con Macerata, Molise, Catania, Messina

Commenti disabilitati su TFA sostegno, ammessi prova orale. Aggiornato con Macerata, Molise, Catania, Messina

Ti piace studiare? Risponde sì solo il 7% degli studenti, gli altri si annoiano a scuola

Commenti disabilitati su Ti piace studiare? Risponde sì solo il 7% degli studenti, gli altri si annoiano a scuola

Obbligo vaccinale: dal prossimo anno scuole meno incombenze, non in tutte le Regioni. Emendamento approvato

Commenti disabilitati su Obbligo vaccinale: dal prossimo anno scuole meno incombenze, non in tutte le Regioni. Emendamento approvato

Accantonamento posti, considerare anche concorso 2018 con graduatorie in ritardo. Lettera

Commenti disabilitati su Accantonamento posti, considerare anche concorso 2018 con graduatorie in ritardo. Lettera

Coronavirus, “visita a distanza” al Museo archeologico di Bologna

Commenti disabilitati su Coronavirus, “visita a distanza” al Museo archeologico di Bologna

Cura Italia, Russo (M5S): assumere personale Ata per supporto alla didattica a distanza

Commenti disabilitati su Cura Italia, Russo (M5S): assumere personale Ata per supporto alla didattica a distanza

ATA stop appalti pulizia, nel 2021 assunzioni anche con 5 anni di servizio e contratto a tempo determinato

Commenti disabilitati su ATA stop appalti pulizia, nel 2021 assunzioni anche con 5 anni di servizio e contratto a tempo determinato

Pensione di vecchiaia: è possibile presentare domanda a dicembre per gennaio?

Commenti disabilitati su Pensione di vecchiaia: è possibile presentare domanda a dicembre per gennaio?

“La stella di Andra e Tati”, Bussetti: cartoon premiato in Canada come miglior film d’animazione.

Commenti disabilitati su “La stella di Andra e Tati”, Bussetti: cartoon premiato in Canada come miglior film d’animazione.

Graduatorie ad esaurimento 2019/22, inserita Pistoia

Commenti disabilitati su Graduatorie ad esaurimento 2019/22, inserita Pistoia

Dimissioni Fioramonti, ANP: ministro ha dimostrato coerenza

Commenti disabilitati su Dimissioni Fioramonti, ANP: ministro ha dimostrato coerenza

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti