Poesie sull’ambiente

Scoprite tante poesie sull’ambiente in questa sezione di poesie.

LEGGETE ANCHE: Poesie sulla Terra – Poesie sulla primavera – Storie e leggende di primavera –  Poesie sugli alberi

Indice delle poesie sull’ambiente

  1. Versicoli quasi ecologici (testo di: Giorgio Caproni)
  2. Tante foreste (testo di: Jacques Prevert)
  3. Natura, vattene! (testo di: Gianni Rodari)
  4. La città senza verde (testo di: Carl Sandburg)
  5. Filastrocca della Terra (testo di: Margherita Bufi)

poesie sull'ambiente e sull'ambiente inquinato per bambini

Poesie sull’ambiente

I classici

Versicoli quasi ecologici

Testo di: Giorgio Caproni

Non uccidete il mare,
la libellula, il vento.
Non soffocate il lamento
(il canto!) del lamantino.
Il galagone, il pino:
anche di questo è fatto
l’uomo. E chi per profitto vile
fulmina un pesce, un fiume,
non fatelo cavaliere
del lavoro. L’amore
finisce dove finisce l’erba
e l’acqua muore. Dove
sparendo la foresta
e l’aria verde, chi resta
sospira nel sempre più vasto
paese guasto: “Come
potrebbe tornare a essere bella,
scomparso l’uomo, la terra”.

Tante foreste

Testo di: Jacques Prévert

Tante foreste strappate alla Terra
e massacrate
distrutte
rotativizzate.
Tante foreste sacrificate per la pasta da carta
ai miliardi di giornali che attirano annualmente
l’attenzione dei lettori
sui pericoli del disboscamento
delle selve e delle foreste.

Natura, vattene!

Testo di: Gianni Rodari

Le gridarono:
“Vattene, Natura!”.
Lei si prese paura.
Fece il suo fagottello:
ci mise dentro
l’ultimo alberello,
l’ultima viola
dell’ultima aiuola
e uscì dalla città.
E va, e va…pensava:
“Mi fermerò nei boschi!”.
Ma i boschi erano stati
disboscati.
“Mi fermerò nei prati!”.
Ma erano tanto piccoli:
non c’era posto per tutti
gli insetti, i mammiferi,
gli uccelli, i tramonti…
“Vattene, Natura!”
E lei se ne andò:
in quattro ripiegò
gli ultimi prati
come fazzoletti.
Lasciò il pianeta
AccaZeta…
Adesso lassù
è tutta una città:
di verde – ve lo posso
giurare – c’è rimasto
solo il semaforo,
quando non è rosso.

La città senza verde

Testo di: Carl Sandburg

Di te, mia città gli uomini diranno
cose brutte ma vere.
Diranno che ai bimbi hai tolto il sole,
la fresca rugiada,
la luce che scherzava sull’ erba
sotto l’ aperto cielo,
e li hai rinchiusi tra fredde mura,
li hai costretti a inghiottire la polvere.
Cose brutte ma vere
diranno gli uomini dite,
mia città.

I testi di portalebambini.it

Filastrocca della terra

Testo di: Margherita Bufi

Filastrocca della terra
tonda gira non sta ferma.
Terre e mari in alternanza
per andare in vacanza.

Verde e azzurro in quantità
da ammirare a volontà.
Frutta, fiori e tanti odori
da serbare come ori

Filastrocca della terra
tutti quanti giù per terra
a giocare, a divertirsi.
Attenzione a non pentirsi!

Cura, amore e rispetto
niente sporco, né dispetto.
Fai la differenziata
sarà la tua fidanzata.

Niente plastica e rifiuti
per i pesciolini muti
niente vetro e cartacce
sparpagliati tra le erbacce.

Filastrocca della terra
dico no all’effetto serra.
Alla terra voglio bene
quindi niente sprechi e pene.

Leggi Tutto

Fonte portalebambini.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti