Pinocchio sotto processo a Montecitorio. Ma è rappresentazione di alunni

A dare vita ad accusa, difesa e giuria sono stati i bambini di una scuola media di Trentola Ducenta, in provincia di Caserta.

Il reo da sottoporre a giudizio è stato addirittura Pinocchio. Secondo l’accusa non ha rispettato l’articolo 28 della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza; infatti ha venduto l’abecedario che il povero Geppetto aveva acquistato vendendosi la giacca, ha marinato la scuola e quando ci andava era indisciplinato e non ascoltava gli insegnamenti della maestra.

Esattamente come descritto nel libro di  Emilia Narciso, insegnante ed ex presidente Unicef di Caserta.

Il copione è stato messo in scena per volere del presidente della Camera, Roberto Fico, dalla sua vice, Mara Carfagna e dal presidente nazionale dell’Unicef,  Francesco Samengo, in occasione del trentennale della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, approvata il 20 novembre 1989, dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

A raccontare la performance ripresa anche con una diretta da Rai Tre, è stato il quotidiano La Repubblica.

Nel ruolo di Pinocchio, un bambino di 10 anni, il più giovane testimonial dell’Unicef, applaudito convintamente dal ‘pubblico’ di Montecitorio. La ragazza che rappresentava l’accusa indossava la toga personale della presidente del tribunale di Napoli Nord, Elisabetta Garzo, prestata proprio per l’occasione.

Al termine del processo, la giuria ‘popolare’ ha assolto l’imputato “perché il fatto non sussiste”. Pinocchio è stato giudicato “senza colpe in un mondo dove sono gli adulti a violare continuamente i diritti dell’infanzia“, esattamente come i ragazzi descritti dal presidente Fico nell’intervento di apertura.

L’articolo Pinocchio sotto processo a Montecitorio. Ma è rappresentazione di alunni sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Vi spiego perché Pas e concorso riservato non sono una sanatoria. Lettera

Commenti disabilitati su Vi spiego perché Pas e concorso riservato non sono una sanatoria. Lettera

Supplenze, 900 posti vuoti in Campania. Le classi di concorso

Commenti disabilitati su Supplenze, 900 posti vuoti in Campania. Le classi di concorso

Introduzione educazione civica, l’allarme: altro lavoro sommerso per i docenti. Peserà sul coordinatore

Commenti disabilitati su Introduzione educazione civica, l’allarme: altro lavoro sommerso per i docenti. Peserà sul coordinatore

Maturità, “fuga” di insegnanti e Presidenti. Appello a tenere alto il nome della scuola

Commenti disabilitati su Maturità, “fuga” di insegnanti e Presidenti. Appello a tenere alto il nome della scuola

Una scuola butta centinaia di libri: denuncia di un consigliere comunale

Commenti disabilitati su Una scuola butta centinaia di libri: denuncia di un consigliere comunale

Gissi (CISL): per i dirigenti scolastici taglio retribuzione di 1.700 euro l’anno

Commenti disabilitati su Gissi (CISL): per i dirigenti scolastici taglio retribuzione di 1.700 euro l’anno

Primo Maggio, Conte ai lavoratori: i vostri consigli, la vostra angoscia sono il vento che spinge il Governo per ripartire

Commenti disabilitati su Primo Maggio, Conte ai lavoratori: i vostri consigli, la vostra angoscia sono il vento che spinge il Governo per ripartire

Precari GaE e GM a Fioramonti: assunzione su posti “quota 100”. Lettera

Commenti disabilitati su Precari GaE e GM a Fioramonti: assunzione su posti “quota 100”. Lettera

Riforma inclusione, tempistica e sezioni per il sostegno didattico

Commenti disabilitati su Riforma inclusione, tempistica e sezioni per il sostegno didattico

Coronavirus, FdI presenta emendamento per detrazione rette scuole paritarie

Commenti disabilitati su Coronavirus, FdI presenta emendamento per detrazione rette scuole paritarie

Il nuovo modello PEI, unico a livello nazionale: il docente di sostegno non è più solo nella stesura

Commenti disabilitati su Il nuovo modello PEI, unico a livello nazionale: il docente di sostegno non è più solo nella stesura

Coronavirus, lasciamo da parte l’ansia del programma e diventiamo umani ed educatori anche a distanza. Lettera

Commenti disabilitati su Coronavirus, lasciamo da parte l’ansia del programma e diventiamo umani ed educatori anche a distanza. Lettera

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti