Permessi motivi personali e familiari, Aran: anche a docenti e ATA non di ruolo. Le condizioni

Quanti giorni

L’articolo 19, comma 7 del CCNL, prevede per i docenti e il personale ATA a tempo determinato quanto segue:

… Sono, inoltre, attribuiti permessi non retribuiti, fino ad un massimo di sei giorni, per i motivi previsti dall’art.15, comma 2. 

L’articolo 15/2 disciplina i permessi per motivi personali personali e familiari per il personale di ruolo.

Il  personale supplente, dunque, può fruire di 6 giorni di permesso per motivi personali e familiari. Come per il personale di ruolo, il dirigente non  non può entrare nel merito, nel senso che non può decidere se la motivazione addotta sia valida o meno, ma deve controllare soltanto la correttezza formale della richiesta.

Il dipendente giustifica il permesso anche con autocertificazione.

I 6 giorni non sono retribuiti, per cui interrompono l’anzianità di servizio.

Aran

Sulla questione è intervenuto anche l’Aran, rispondendo ad un quesito specifico: “Il personale supplente docente e/o il personale ATA a tempo determinato può usufruire dei giorni di permesso per motivi personali/familiari?”

La risposta dell’Aran conferma la previsione contrattuale sopra riportata:

L’art. 19, comma 1, del CCNL del 29.11.2007 del comparto scuola, espressamente dispone che al personale assunto a tempo determinato si applicano gli stessi istituti contrattuali previsti per quello assunto a tempo indeterminato, con le precisazioni di cui ai successivi commi. Sotto tale ultimo profilo, il comma 7 del citato art. 19 precisa che al personale docente ed ATA, ivi compreso quello di cui al comma 5 (docente assunto con contratto di incarico annuale per l’insegnamento della religione cattolica) sono inoltre attribuiti permessi non retribuiti, fino ad un massimo di 6 giorni, per i motivi previsti dall’art. 15, comma 2.

Pertanto, conclude l’Agenzia, il personale docente e ATA a tempo determinato può fruire dei sei giorni di permesso non retribuito, nel limite massimo di 6 giorni per anno scolastico, per le medesime motivazioni di cui all’art. 15, comma 2 del su citato CCNL.

Come il personale di ruolo, anche quello a tempo determinato dovrà fornire adeguata documentazione (anche mediante autocertificazione) in ordine alla motivazione personale o familiare.

L’Aran sottolinea, infine, che il ricorso all’autocertificazione implica una precisa assunzione di responsabilità sulla veridicità delle dichiarazioni rese.

L’articolo Permessi motivi personali e familiari, Aran: anche a docenti e ATA non di ruolo. Le condizioni sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Edilizia scolastica, strumenti agili a Comuni, Province e Città metropolitane per riapertura scuole

Commenti disabilitati su Edilizia scolastica, strumenti agili a Comuni, Province e Città metropolitane per riapertura scuole

Peppino Loddo è il nuovo dirigente dell’AT di Cagliari

Commenti disabilitati su Peppino Loddo è il nuovo dirigente dell’AT di Cagliari

Vizzini (Misto): DAD sfida persa basata solo su buone intenzioni e scarsa cultura

Commenti disabilitati su Vizzini (Misto): DAD sfida persa basata solo su buone intenzioni e scarsa cultura

Pittoni (Lega): su DSGAff la scuola rischia il collasso

Commenti disabilitati su Pittoni (Lega): su DSGAff la scuola rischia il collasso

Anche l’insegnamento di sostegno tra i lavori usuranti, i requisiti. Petizione

Commenti disabilitati su Anche l’insegnamento di sostegno tra i lavori usuranti, i requisiti. Petizione

Supplenze, priorità scelta scuola per beneficiari 104/92. Tutte le info utili

Commenti disabilitati su Supplenze, priorità scelta scuola per beneficiari 104/92. Tutte le info utili

Gissi (Cisl): obiettivo stabilità del lavoro, vale anche per docenti di religione

Commenti disabilitati su Gissi (Cisl): obiettivo stabilità del lavoro, vale anche per docenti di religione

Sasso (Lega): Azzolina vuole bandire concorsi, 60.000 precari a rischio disoccupazione. Intervenga Mattarella

Commenti disabilitati su Sasso (Lega): Azzolina vuole bandire concorsi, 60.000 precari a rischio disoccupazione. Intervenga Mattarella

Studenti dicono no al voto di maturità come criterio di accesso a università

Commenti disabilitati su Studenti dicono no al voto di maturità come criterio di accesso a università

Appello genitori: fate incontrare per ultima volta bimbi e insegnanti. DaD non è soluzione

Commenti disabilitati su Appello genitori: fate incontrare per ultima volta bimbi e insegnanti. DaD non è soluzione

Bussetti: firmata dichiarazione di Roma su Ricerca e Istruzione

Commenti disabilitati su Bussetti: firmata dichiarazione di Roma su Ricerca e Istruzione

Alunni disabili senza sostegno, Garante bacchetta Governatore Puglia

Commenti disabilitati su Alunni disabili senza sostegno, Garante bacchetta Governatore Puglia

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti