Perdente posto che vuole esprimere preferenze interprovinciali: ecco come funziona il sistema

Letizia scrive

Sono un’insegnante di Lettere  a tempo indeterminato, che con grande probabilità si troverà perdente posto nella scuola in cui è titolare. Qualora presentassi domanda condizionata interprovinciale, se le mie richieste non fossero soddisfatte, potrei presentare domanda di utilizzazione nella mia provincia ? Inoltre nella domanda di utilizzazione posso inserire anche la scuola dove risulto perdente posto, nel caso in cui ci fossero delle ore disponibili? Grazie.


Condizionare la domanda

L’insegnante in soprannumero, qualora abbia interesse a permanere nella scuola o istituto di titolarità o nel centro territoriale riorganizzato nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti, ed intenda pertanto partecipare al movimento solo a condizione che permanga la sua posizione di soprannumero nel corso del movimento medesimo, dovrà rispondere negativamente (“NO”) alla domanda riportata nella relativa casella della sezione del modulo-domanda.

Non si dà seguito al trasferimento d’ufficio del docente se la sua posizione di soprannumero viene a cessare nel corso del movimento, ovvero nel caso in cui la cattedra, nel nuovo organico, venga costituita con completamento di altri istituti.

È possibile “condizionare” (“no”) la domanda e nello stesso tempo dare priorità al trasferimento interprovinciale

In caso di domanda condizionata qualora siano espresse preferenze interprovinciali prima di quelle della propria provincia il docente non viene riassorbito se vengono soddisfatte le preferenze interprovinciali.

In molti casi, infatti, i docenti hanno già presentato domanda di trasferimento interprovinciale e poi sono dichiarati perdenti posto.

Possono quindi presentare domanda cartacea e contemporaneamente condizionarla (indicando “no” nella parte relativa ai soprannumerari) e inserire preferenze interprovinciali dando comunque priorità a queste ultime.

Conclusioni

Nel caso di Letizia, se è vero che sarà dichiarata perdente potrà tranquillamente presentare domanda cartacea esprimendo prima le preferenze interprovinciali , pur condizionando la domanda (“NO”) e, solo se non soddisfatto in queste, si muoverà poi con domanda condizionata/d’ufficio in provincia o riassorbito nella scuola se si libera il posto.

Se non verrà soddisfatta nelle preferenze interprovinciali  e non rientrerà nella sua attuale scuola perché non si libererà il posto, potrà quindi richiedere utilizzazione provinciale anche nella sua ex scuola.

 

L’articolo Perdente posto che vuole esprimere preferenze interprovinciali: ecco come funziona il sistema sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Ministero: collaboratori scolastici si occupano dell’igiene personale dell’alunno con disabilità. Ma non è solo “accompagnarlo in bagno”

Commenti disabilitati su Ministero: collaboratori scolastici si occupano dell’igiene personale dell’alunno con disabilità. Ma non è solo “accompagnarlo in bagno”

In arrivo circolare che consiglia la vaccinazione gratuita contro l’influenza anche ai bambini

Commenti disabilitati su In arrivo circolare che consiglia la vaccinazione gratuita contro l’influenza anche ai bambini

Assunzioni 2020 con “chiamata lampo” in altra regione ma vincolo cinque anni. Esclusi docenti GaE

Commenti disabilitati su Assunzioni 2020 con “chiamata lampo” in altra regione ma vincolo cinque anni. Esclusi docenti GaE

Alternanza scuola-lavoro, Pentenero: opportunità formativa e strumento contro dispersione

Commenti disabilitati su Alternanza scuola-lavoro, Pentenero: opportunità formativa e strumento contro dispersione

Bussetti, aumenti stipendio: “quanto” si deciderà nella Legge di bilancio 2020

Commenti disabilitati su Bussetti, aumenti stipendio: “quanto” si deciderà nella Legge di bilancio 2020

Coronavirus, in arrivo congedi e voucher a sostegno delle famiglie. Ultime notizie

Commenti disabilitati su Coronavirus, in arrivo congedi e voucher a sostegno delle famiglie. Ultime notizie

Espone la relazione PCTO in friulano: “Esame diventato impersonale”

Commenti disabilitati su Espone la relazione PCTO in friulano: “Esame diventato impersonale”

Pensioni, Durigon: opzione donna anche per il 2020

Commenti disabilitati su Pensioni, Durigon: opzione donna anche per il 2020

Riforma reclutamento Infanzia/Primaria, Bruschi: concorsi a cadenza biennale. Primo bando nel 2020

Commenti disabilitati su Riforma reclutamento Infanzia/Primaria, Bruschi: concorsi a cadenza biennale. Primo bando nel 2020

Ateneo Catania, Fioramonti incontra nuovo Rettore dopo indagine “Università Bandita”

Commenti disabilitati su Ateneo Catania, Fioramonti incontra nuovo Rettore dopo indagine “Università Bandita”

Assunzione lavoratori pulizie, le graduatorie. Reclamo entro cinque giorni. Aggiornato Salerno

Commenti disabilitati su Assunzione lavoratori pulizie, le graduatorie. Reclamo entro cinque giorni. Aggiornato Salerno

ATA: scuola chiusa il sabato e ferie obbligate per i collaboratori scolastici, è corretto?

Commenti disabilitati su ATA: scuola chiusa il sabato e ferie obbligate per i collaboratori scolastici, è corretto?

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti