Perché il Braille non è un “pezzo da museo”

Il Club Italiano del Braille, frutto della sinergia tra l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) e tutte le Istituzioni ad essa collegate, ha fatto il punto sul proprio lavoro degli ultimi cinque anni, concludendo che questo sistema di letto-scrittura gode di ottima salute e continua ad essere un fondamentale strumento per la libertà e per l’autonomia delle persone non vedenti. «Vivrà il Braille? – scrive Antonio Quatraro – Sì, se i nostri giovani, ciechi o ipovedenti gravi, lo impareranno, lo mostreranno senza pudori e lo ameranno»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Nuovo il Ministro, già note le sfide e tutte impegnative

Commenti disabilitati su Nuovo il Ministro, già note le sfide e tutte impegnative

Perché sarò alla Manifestazione di Roma

Commenti disabilitati su Perché sarò alla Manifestazione di Roma

Non è facile trovare un lavoro, ma nemmeno impossibile

Commenti disabilitati su Non è facile trovare un lavoro, ma nemmeno impossibile

Tutte le persone con disabilità dovranno poter votare alle Elezioni Europee

Commenti disabilitati su Tutte le persone con disabilità dovranno poter votare alle Elezioni Europee

Sono studente anche io

Commenti disabilitati su Sono studente anche io

Il disability manager dev’essere una figura terza e imparziale

Commenti disabilitati su Il disability manager dev’essere una figura terza e imparziale

Una nuova “Casa per Diventare Grandi”

Commenti disabilitati su Una nuova “Casa per Diventare Grandi”

Il Presidente della Sicilia e le sue parole pericolose

Commenti disabilitati su Il Presidente della Sicilia e le sue parole pericolose

ADHD: cosa fare e cosa non fare

Commenti disabilitati su ADHD: cosa fare e cosa non fare

Per disegnare una nuova storia della sindrome X Fragile

Commenti disabilitati su Per disegnare una nuova storia della sindrome X Fragile

Battaglia vinta: Martina potrà lavorare e rendersi autonoma!

Commenti disabilitati su Battaglia vinta: Martina potrà lavorare e rendersi autonoma!

Simone, ragazzo con autismo, un sogno alla volta, fino al Conservatorio

Commenti disabilitati su Simone, ragazzo con autismo, un sogno alla volta, fino al Conservatorio

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti