Perché i genitori non partecipano alla vita della scuola? Lettera

Un postulato è all’origine dell’allontanamento: “Per demotivare la partecipazione di persone indesiderate agli organi di governo bisogna impedire che siano assunte decisioni strategico – vitali”.

Per decenni tale principio è stato praticato dai dirigenti scolastici per essere, nel 2015, recepito dall’ordinamento.

La legge è stata elusa. L’animus dei decreti del 1974 era: collocare i genitori e gli studenti nell’organismo al vertice della piramide organizzativa.  Il Consiglio di Circolo/d’Istituto aveva potere deliberante su “Elaborazione e adozione degli indirizzi generali”  e “Criteri generali della programmazione educativa”. Le facoltà derivanti riguardavano la dettatura delle regole guida della scuola e il porre vincoli sull’attività di tutti gli organismi della scuola.

La chiave di volta dei decreti delegati era la finalità formativo – educativa: non più la trasmissione del sapere ma la promozione e lo sviluppo di competenze (comportamenti esibiti da chi affronta un compito. Le relative componenti sono capacità/abilità mixate con conoscenza.)

Riformulando. Il Consiglio di Circolo/d’Istituto, responsabile degli aspetti formativi attinenti al rapporto scuola/società:

·       Elenca i traguardi caratterizzanti i diversi indirizzi di studio [competenze generali];

·       Vincola l’attività del Collegio dei docenti:

1)   All’identificazione delle capacità soggiacenti ai traguardi formativi,

2)   Alla scelta degli oggetti disciplinari necessari al loro conseguimento,

3)   Alla formulazione d’ipotesi operative,

4)   Alla valutazione dell’effetto delle decisioni assunte,

5)   Alla gestione del feed-back.

Gli ordini del giorno di convocazione del Consiglio di Circolo/d’Istituto non hanno mai previsto quanto indicato, da cui la demotivazione alla partecipazione di genitori e studenti.

La legge 107 ha voluto “trasformare radicalmente il governo delle istituzioni scolastiche”:

·       Ha depennato la finalità educativa del sistema scolastico;

·       Non ha saputo elencare le “finalità formative prioritarie”, commettendo grossolani errori;

·       Ha modellato la scuola in forma gerarchica, sovrascrivendola alla gestione collegiale;

·       Ha parcellizzato la scuola nei diversi insegnamenti: ha focalizzato il lavoro dei singoli docenti, in spregio della cultura sistemica.

L’articolo Perché i genitori non partecipano alla vita della scuola? Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Partigiani scuola pubblica su Coronavirus: chiudere scuole, attività collegiali online, sospendere gite, stop corsi di formazione

Commenti disabilitati su Partigiani scuola pubblica su Coronavirus: chiudere scuole, attività collegiali online, sospendere gite, stop corsi di formazione

Concorsi, Gelmini: scuola non può essere ammortizzatore per creare “posto fisso”, serve il merito

Commenti disabilitati su Concorsi, Gelmini: scuola non può essere ammortizzatore per creare “posto fisso”, serve il merito

Buona Scuola, Presidi autoritari e organi collegiali svuotati funzione democratica. Lettera

Commenti disabilitati su Buona Scuola, Presidi autoritari e organi collegiali svuotati funzione democratica. Lettera

Concorso musicale internazionale “Città di Tarquinia”: iscrizioni dal 18 marzo

Commenti disabilitati su Concorso musicale internazionale “Città di Tarquinia”: iscrizioni dal 18 marzo

Coronavirus, Binetti (UDC): a rischio scuole paritarie

Commenti disabilitati su Coronavirus, Binetti (UDC): a rischio scuole paritarie

Università, Manfredi: pronto emendamento per 1.600 nuovi ricercatori

Commenti disabilitati su Università, Manfredi: pronto emendamento per 1.600 nuovi ricercatori

Veneto, addio al certificato medico per il rientro a scuola

Commenti disabilitati su Veneto, addio al certificato medico per il rientro a scuola

Il Comune di Fiumicino seleziona educatori di asilo nido. Scadenza 23 gennaio

Commenti disabilitati su Il Comune di Fiumicino seleziona educatori di asilo nido. Scadenza 23 gennaio

XII Congresso Nazionale Fism, Cei: parità tra scuole è garanzia per tutti

Commenti disabilitati su XII Congresso Nazionale Fism, Cei: parità tra scuole è garanzia per tutti

Concorso “Con Rispetto. Educando”, presentazione elaborati entro il 28 gennaio

Commenti disabilitati su Concorso “Con Rispetto. Educando”, presentazione elaborati entro il 28 gennaio

Coronavirus, diretta Ministro Azzolina: concorsi saranno banditi a breve

Commenti disabilitati su Coronavirus, diretta Ministro Azzolina: concorsi saranno banditi a breve

Iscrizioni 2020/21, Scuola in chiaro in un’app per l’orientamento

Commenti disabilitati su Iscrizioni 2020/21, Scuola in chiaro in un’app per l’orientamento

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti