Perché abbiamo deciso di inventarci un nuovo spazio teatrale

«Meglio incontri con spettatori in numero ridotto – scrive Antonio Viganò, direttore artistico della Compagnia Teatro La Ribalta di Bolzano, costituita da uomini e donne con e senza disabilità -, che lasciare il vuoto della mancanza dei corpi, meglio la “qualità” di un incontro reale a salvaguardia del teatro, che non la “quantità” dei link , del “like” e dei “mi piace”. Per questo abbiamo deciso di inventarci uno spazio teatrale che, proteggendo noi e gli spettatori, ci permetta di continuare a fare il nostro mestiere di attori e danzatori»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

La Mediateca LEDHA tra passato e futuro

Commenti disabilitati su La Mediateca LEDHA tra passato e futuro

È cruciale trasferire nelle persone competenze e fiducia nei propri mezzi

Commenti disabilitati su È cruciale trasferire nelle persone competenze e fiducia nei propri mezzi

Il Comune deve assegnare un tecnico informatico a quell’alunno con disabilità

Commenti disabilitati su Il Comune deve assegnare un tecnico informatico a quell’alunno con disabilità

Il Quarto Rapporto sulla Disabilità in Toscana

Commenti disabilitati su Il Quarto Rapporto sulla Disabilità in Toscana

A due anni dalla Legge sul “Dopo di Noi”: proposte per la prossima Legislatura

Commenti disabilitati su A due anni dalla Legge sul “Dopo di Noi”: proposte per la prossima Legislatura

Adulti con ADHD: vivere o sopravvivere?

Commenti disabilitati su Adulti con ADHD: vivere o sopravvivere?

Tredici subacquei con disabilità nella piscina più profonda del mondo

Commenti disabilitati su Tredici subacquei con disabilità nella piscina più profonda del mondo

Riconoscere gli ausili come strumento di cittadinanza

Commenti disabilitati su Riconoscere gli ausili come strumento di cittadinanza

Al Parlamento Europeo si parla di diritto di voto delle persone con disabilità

Commenti disabilitati su Al Parlamento Europeo si parla di diritto di voto delle persone con disabilità

Stage lavorativi a Barcellona, per ventisei giovani con sindrome di Down

Commenti disabilitati su Stage lavorativi a Barcellona, per ventisei giovani con sindrome di Down

E se il Sindaco “picconasse” anche le barriere architettoniche?

Commenti disabilitati su E se il Sindaco “picconasse” anche le barriere architettoniche?

La realtà di chi si prende cura

Commenti disabilitati su La realtà di chi si prende cura

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti