Pensione: proroga ape sociale e opzione donna in legge di Bilancio

Pensione Opzione donna

Nella prima bozza della Legge di Bilancio inserite le proroghe per ape sociale e opzione donna. Vediamo, quindi, quali sono le novità previste per il prossimo anno per queste due misure.

Proroga Ape sociale

Fermi restando i requisiti di accesso di 63 anni di età e 30 anni di contributi per disoccupati, caregiver e invalidi e di 36 anni di contributi per usuranti e gravosi, la scadenza della misura viene prorogata al 31 dicembre 2020. E possibile, di conseguenza, accedere al pensionamento con l’Ape sociale per altri 12 mesi.

Proroga opzione donna

Per l’opzione donna la legge di Bilancio 2020 prevede una proroga che include nella platea delle beneficiarie del trattamento pensionistico del regime sperimentale le lavoratrici dipendenti nate nel 1961 e delle lavoratrici autonome nate nel 1960.

I requisiti richiesti per l’accesso di 35 anni di contributi e di 58 anni per le lavoratrici dipendenti e di 59 anni per le lavoratrici autonome, quindi, possono essere raggiunti entro il 31 dicembre 2019.

Per il personale della scuola in sede di prima applicazione la domanda di cessazione dal servizio può essere presentata entro il 29 febbraio 2020 con effetti dall’inizio dell’anno scolastico (o accademico).

 

 

L’articolo Pensione: proroga ape sociale e opzione donna in legge di Bilancio sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti