Pensione anticipata: per quali dipendenti pubblici non scatta la finestra dei 3 mesi

Pensione Opzione donna

Salve forse sono ripetitiva ma vorrei sapere quando potrò andare in pensione considerato che ho compiuto 60 anni di età e maturo 41 anni di servizio il primo novembre 2019. Sono un pubblico dipendente e sono una donna. Il mio dubbio è se anche per me scattano gli ulteriori i tre mesi. Grazie 

Per le donne la pensione anticipata richiede 41 anni e 10 mesi di contributi. Se matura 41 anni di servizio a novembre, dovrà attendere il 2020 per accedere alla pensione anticipata, anno in cui maturerà i 41 anni e 10 mesi necessari per l’accesso alla pensione anticipata.

Lei dichiara di essere un dipendente pubblico senza specificare il comparto di appartenenza. Per la stragrande maggioranza dei dipendenti pubblici la finestra di attesa di 3 mesi per la decorrenza della pensione anticipata è necessaria.

Gli unici dipendenti pubblici che non sono tenuti al rispetto della finestra di 3 mesi per la decorrenza della pensione anticipata sono quelli del comparto scuola poichè la loro unica finestra di uscita è fissata ogni anno in un unica data: il 1 settembre.

Se, quindi, appartiene al comparto scuola potrà pensionarsi il 1 settembre 2020 presentando domanda di cessazione dal servizio entro dicembre 2019 senza dover attendere la finestra per la decorrenza della pensione.

Se, invece, è una dipendente pubblica che appartiene ad un altro comparto, fermo restando il preavviso di 6 mesi da presentare al suo ente, deve attendere dalla maturazione dei 41 anni e 10 mesi di contributi la finestra di 3 mesi per la decorrenza della pensione.

L’articolo Pensione anticipata: per quali dipendenti pubblici non scatta la finestra dei 3 mesi sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti