Parchi divertimento e disabilità: avanza l’inclusione

La lunga vicenda riguardante la fruizione del Parco Divertimenti Gardaland da parte delle persone con sindrome di Down, che aveva inizialmente visto la struttura veronese e il CoorDown su posizioni del tutto contrapposte, ha vissuto in questi giorni un passaggio molto positivo, con la sottoscrizione di una Convenzione, valutata con reciproca soddisfazione. Nel sottolineare in particolare l’importanza di una corretta informazione e la necessità di una formazione adeguata del personale addetto alle attrazioni, tale Convenzione spiana la strada a una situazione realmente inclusiva

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti