Orario di lavoro del personale ATA è continuativo e non esiste lo slittamento

Salve vorrei sapere se il DS può obbligare gli assistenti amministrativi ad effettuare per 2 volte a settimana la slittamento orario dalle ore 9,15 alle 16,30. Attualmente lavoriamo su un orario di 7,12 ore al giorno su 5 giorni lavorativi  dalle 8 alle 15,12. Grazie

di Giovanni Calandrino – Innanzitutto chiariamo da subito che NON È CONSENTITO lo “slittamento orario”.

Ricordo al suo Dirigente che l’orario di lavoro del personale ATA è continuativo e nelle ore antimeridiane, così come afferma l’art. 51 del CCNL scuola/2007 che di seguito le riporto:

L’orario ordinario di lavoro è di 36 ore, suddivise in sei ore continuative, di norma antimeridiane, o anche pomeridiane per le istituzioni educative e per i convitti annessi agli istituti tecnici e professionali.

In sede di contrattazione integrativa d’istituto saranno disciplinate le modalità di articolazione dei diversi istituti di flessibilità dell’orario di lavoro, ivi inclusa la disciplina dei ritardi, recuperi e riposi compensativi sulla base dei seguenti criteri:

  • l’orario di lavoro è funzionale all’orario di servizio e di apertura all’utenza;
  • ottimizzazione dell’impiego delle risorse umane;
  • miglioramento della qualità delle prestazioni;
  • ampliamento della fruibilità dei servizi da parte dell’utenza;
  • miglioramento dei rapporti funzionali con altri uffici ed altre amministrazioni;
  • programmazione su base plurisettimanale dell’orario

In sede di contrattazione, inoltre, si dovranno decidere le modalità di restituzione delle prestazioni eccedenti l’orario di servizio.

Dunque l’orario di lavoro del personale ATA nelle singole istituzioni scolastiche: è continuativo e non può essere “spezzato”.

L’articolo Orario di lavoro del personale ATA è continuativo e non esiste lo slittamento sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Dipendenze: un intervento “quel tanto che basta”. Ma a cosa?

Commenti disabilitati su Dipendenze: un intervento “quel tanto che basta”. Ma a cosa?

Scoprire l’arte contemporanea in un modo diverso

Commenti disabilitati su Scoprire l’arte contemporanea in un modo diverso

Come si manifesta e come si cura l’ernia iatale?

Commenti disabilitati su Come si manifesta e come si cura l’ernia iatale?

Come aumentare l’autostima: i consigli di un esperto

Commenti disabilitati su Come aumentare l’autostima: i consigli di un esperto

Nature Root’s: il primo centro al mondo con spa e massaggi a base di canapa

Commenti disabilitati su Nature Root’s: il primo centro al mondo con spa e massaggi a base di canapa

MUSICA e BES: come utilizzare la musica come strumento di intervento didattico per gli alunni e studenti con Bisogni Educativi Speciali

Commenti disabilitati su MUSICA e BES: come utilizzare la musica come strumento di intervento didattico per gli alunni e studenti con Bisogni Educativi Speciali

Fioramonti, “gli aumenti agli insegnanti saranno di almeno 100 euro lordi”. Arriva la tassa sul caviale

Commenti disabilitati su Fioramonti, “gli aumenti agli insegnanti saranno di almeno 100 euro lordi”. Arriva la tassa sul caviale

Ue. Ema, il bussolotto e le regole

Commenti disabilitati su Ue. Ema, il bussolotto e le regole

La fiera della canapa a Erba: “Coltivazione e usi per un’economia pulita”

Commenti disabilitati su La fiera della canapa a Erba: “Coltivazione e usi per un’economia pulita”

La piccola Estonia è il secondo produttore europeo di canapa

Commenti disabilitati su La piccola Estonia è il secondo produttore europeo di canapa

La dislessia nel cv: IBM certificata come dyslexia friendly corporate

Commenti disabilitati su La dislessia nel cv: IBM certificata come dyslexia friendly corporate

La blockchain o le blockchain?

Commenti disabilitati su La blockchain o le blockchain?

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti