Onde gravitazionali, misurato il primo segnale dalla rete globale

Onde gravitazionali, misurato il primo segnale dalla rete globale

Commenti disabilitati su Onde gravitazionali, misurato il primo segnale dalla rete globale

È stato misurato il primo segnale delle onde gravitazionali dalla rete globale che le ‘ascolta’, formata dall’osservatorio europeo Virgo, che si trova in Italia e al quale il nostro Paese partecipa con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) insieme alla Francia, e dai due rivelatori americani Ligo. Il risultato, che apre una nuova pagina dell’astronomia, è stato annunciato dalle due collaborazioni internazionali a Torino, nella conferenza di apertura del G7 Scienza. Un risultato che arriva a un anno mezzo dall’annuncio storico: la cattura delle onde.

Il segnale è stato rilevato il 14 agosto 2017 ed è il primo catturato dai tre rivelatori, che funzionano come un unico strumento potentissimo. È stato emesso nei momenti finali della fusione di due buchi neri dalla massa di 31 e 25 volte quella del Sole e distanti fra loro circa 1,8 miliardi di anni luce.

La fusione ha generato un unico buco nero da 53 masse solari: ciò significa che circa tre masse solari sono state convertite in energia sotto forma di onde gravitazionali. Lavorando all’unisono al di là dell’oceano, i tre rivelatori permettono anche di localizzare la provenienza delle onde gravitazionali con grande precisione. Ai vertici del triangolo si trovano Virgo, che è a Cascina (Pisa) e fa parte dell’Osservatorio Gravitazionale Europeo (Ego), e i due rivelatori di Ligo (Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory) che si trovano negli a Livingston (Louisiana) e a Hanford (Washington).

L’articolo Onde gravitazionali, misurato il primo segnale dalla rete globale proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

Giovanna Trinchella

Related Posts

ExoMars, schianto Schiaparelli per via di “test affidati a ditta non specializzata”. Esa: “Attendiamo esiti commissione”

Commenti disabilitati su ExoMars, schianto Schiaparelli per via di “test affidati a ditta non specializzata”. Esa: “Attendiamo esiti commissione”

Asteroidi, pronto il lancio di Osiris-Rex verso Bennu: un viaggio di due anni, un bacio fugace e il rientro nel 2023

Commenti disabilitati su Asteroidi, pronto il lancio di Osiris-Rex verso Bennu: un viaggio di due anni, un bacio fugace e il rientro nel 2023

Atrofia muscolare spinale, le famiglie: “Il nuovo farmaco apre nuova era. Non è più malattia mortale se presa in tempo”

Commenti disabilitati su Atrofia muscolare spinale, le famiglie: “Il nuovo farmaco apre nuova era. Non è più malattia mortale se presa in tempo”

Caldo record, l’allarme dell’organizzazione mondiale della meteorologia: ecco perché andrà sempre peggio

Commenti disabilitati su Caldo record, l’allarme dell’organizzazione mondiale della meteorologia: ecco perché andrà sempre peggio

Oncologia, due italiane tra le migliori ricercatrici al mondo: premiate in Usa

Commenti disabilitati su Oncologia, due italiane tra le migliori ricercatrici al mondo: premiate in Usa

Giovanni Bignami, il ricordo dell’uomo che provò a condividere le stelle

Commenti disabilitati su Giovanni Bignami, il ricordo dell’uomo che provò a condividere le stelle

Sperimentazione animale, “Italia troppo restrittiva. Rischio di un’ondata di cervelli in fuga”

Commenti disabilitati su Sperimentazione animale, “Italia troppo restrittiva. Rischio di un’ondata di cervelli in fuga”

Bibite zuccherate, “così gli studi finanziati dalle industrie mascherano effetti su obesità”

Commenti disabilitati su Bibite zuccherate, “così gli studi finanziati dalle industrie mascherano effetti su obesità”

Cervello, come nasce un ricordo? “Ce lo spiegano Google e Bing”

Commenti disabilitati su Cervello, come nasce un ricordo? “Ce lo spiegano Google e Bing”

Primo trapianto di pene al mondo: dopo dieci mesi dall’operazione il paziente ventunenne diventerà padre

Commenti disabilitati su Primo trapianto di pene al mondo: dopo dieci mesi dall’operazione il paziente ventunenne diventerà padre

Malattie genetiche, studio dell’università dell’Oregon: “Modificato con successo il Dna, possibile prevenire le ereditarie”

Commenti disabilitati su Malattie genetiche, studio dell’università dell’Oregon: “Modificato con successo il Dna, possibile prevenire le ereditarie”

Universo molto più affollato del previsto. Il numero delle galassie è dieci volte maggiore al previsto

Commenti disabilitati su Universo molto più affollato del previsto. Il numero delle galassie è dieci volte maggiore al previsto

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti