Oggi il percorso è più facile, per le famiglie con paralisi cerebrale infantile

«Anch’io – scrive Anna Maria Gioria – sono nata 52 anni fa con una paralisi celebrale infantile, quando la disabilità era ancora un tabù. Dissero ai miei genitori che non avrei mai camminato né parlato. Oggi, però, cammino e parlo, ho preso due lauree, vivo da sola, lavoro al “Corriere della Sera” e conduco una vita ricca di interessi e amicizie. Per questo sono contenta che esista oggi un’organizzazione come la Fondazione Ariel, rivolta ai bambini che hanno subìto una paralisi celebrale infantile, sostenendo le loro famiglie in un percorso più facile rispetto a quello della mia famiglia»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Dal vecchio al nuovo modello di Piano Educativo Individualizzato

Commenti disabilitati su Dal vecchio al nuovo modello di Piano Educativo Individualizzato

Vigiliamo sulla continuità del progetto educativo e didattico

Commenti disabilitati su Vigiliamo sulla continuità del progetto educativo e didattico

Sta vincendo la cultura dei luoghi speciali

Commenti disabilitati su Sta vincendo la cultura dei luoghi speciali

Tutele per gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione

Commenti disabilitati su Tutele per gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione

Una Sentenza esemplare sui docenti “in deroga”

Commenti disabilitati su Una Sentenza esemplare sui docenti “in deroga”

Il primo Osservatorio Regionale per il monitoraggio del percorso epilessia

Commenti disabilitati su Il primo Osservatorio Regionale per il monitoraggio del percorso epilessia

Incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico: i primi Stati Generali

Commenti disabilitati su Incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico: i primi Stati Generali

Screening neonatale esteso: ora tocca all’Europa

Commenti disabilitati su Screening neonatale esteso: ora tocca all’Europa

Storie di donne e uomini che non si sono arresi

Commenti disabilitati su Storie di donne e uomini che non si sono arresi

“Nutri-RARE”, ovvero il cibo come medicina

Commenti disabilitati su “Nutri-RARE”, ovvero il cibo come medicina

Una battaglia vinta, per garantire un futuro dignitoso a tante persone

Commenti disabilitati su Una battaglia vinta, per garantire un futuro dignitoso a tante persone

C’è poco, per le fasce deboli, nei progetti del Piemonte per il “Recovery Plan”

Commenti disabilitati su C’è poco, per le fasce deboli, nei progetti del Piemonte per il “Recovery Plan”

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti